Menu
Cerca
Pendolari

Risarcimento a MiMoAl: "Grazie per la grande solidarietà"

Dopo la richiesta di risarcimento a MiMoAl da parte di Trenord, l'associazione ringrazia per i tanti messaggi di solidarietà e ricorda quali sono i loro obiettivi.

Risarcimento a MiMoAl: "Grazie per la grande solidarietà"
Politica Magenta e Abbiategrasso, 07 Febbraio 2021 ore 10:05

Dopo la richiesta di risarcimento di Trenord a MiMoAl per il video satirico, l'associazione ringrazia per i tanti messaggi di solidarietà ricevuti.

Il messaggio di MiMoAl

"In questi giorni, dopo l’uscita sui mass media della lettera di Intimidazione e richiesta di risarcimento danni verso la nostra associazione per 10.000 euro da parte di Trenord, abbiamo ricevuto la solidarietà di migliaia di pendolari e dei loro Comitati, di consiglieri regionali (Bussolati, Verni, Monti), di associazioni di consumatori e persino di due Avvocati che ci offrivano consulenza gratuita nel caso fossimo andati in giudizio - hanno scritto dall'associazione - Sentiamo pertanto il dovere di ringraziarvi tutti sinceramente, anche per la solidarietà che ci avete dimostrato. Il vostro affetto ci ha reso ancora più forti".

"Nati con l'obiettivo di migliorare il trasporto pubblico"

Poi hanno sottolineato quale sia l'obiettivo della loro associazione. "Noi non apparteniamo ad uno specifico schieramento politico, abbiamo sempre interloquito con tutti, compresi i sindaci di Mortara Vigevano e Abbiategrasso che sono della Lega e Forza Italia, non vorremmo come Gaber dover classificare di destra il culatello e di sinistra la mortadella, così come i disagi dei pendolari per le cancellazioni ed i ritardi non possono essere di destra o di sinistra - hanno affermato - Oppure è di destra chi va al lavoro col mezzo proprio e di sinistra chi prende il treno? Siamo nati con l’unico obiettivo di migliorare il trasporto pubblico locale lombardo ed in particolare la linea Alessandria Mortara Milano, con il raddoppio ferroviario. Il nostro unico obiettivo è migliorare la qualità della vita dei pendolari, nulla di più, poter andare a lavorare o studiare in modo comodo, veloce, pulito, in orario".