Politica
SAN VITTORE OLONA

"Non c'è confronto in Giunta, la maggioranza è spaccata"

Forte protesta della lista di minoranza Per San Vittore Olona dopo i problemi interni nati nella squadra di governo

"Non c'è confronto in Giunta, la maggioranza è spaccata"
Politica Legnano e Altomilanese, 05 Novembre 2022 ore 21:30

"Non c'è confronto nella Giunta comunale": le critiche della lista di minoranza Per San Vittore Olona.

"Giunta senza confronto"

La Giunta comunale di San Vittore Olona è osservata speciale. Forti le critiche che arrivano dalla lista di opposizione Per San Vittore Olona (nella foto) formata dal capogruppo Paolo Salmoiraghi affiancato dal consigliere Marco Zerboni. Tutto nasce dalla nomina del nuovo assessore Roberto Salvato, a chiusura del "caso Pessina" (era l'11 luglio quando Andrea Pessina, allora assessore ai Lavori pubblici aveva dato in escandescenza in municipio strappando la mascherina al sindaco Daniela Rossi che gli aveva poi tolto tutte le deleghe), scelta del nuovo assessore contestata anche dal gruppo politico dell'associazione De Gasperi che in Giunta ha due assessori. Ora interviene la lista di minoranza Per San Vittore Olona: "Auguriamo buon lavoro al nuovo assessore ma, al tempo stesso, notiamo come si confermino le spaccature all'interno di questa maggioranza dove i due assessori appartenenti alla componente De Gasperi della lista Civicamente dichiarano finalmente e pubblicamente quanto da noi sostenuto in questi tre anni e mezzo: cioè che il sindaco e la sua Giunta non hanno mai condiviso tra di loro le scelte assunte, figuriamoci con i gruppi di minoranza".

"Niente coinvolgimento"

Salmoiraghi e Zerboni proseguono: "Per il futuro, considerando il fatto che neanche all'interno dell'attuale maggioranza si condividono le decisioni da assumere per il bene della cittadinanza, non ci aspettiamo nulla di diverso riguardo il nostro coinvolgimento, da quanto fino a oggi accaduto. Il sindaco si prenderà l'intera responsabilità delle proprie scelte personali, in molti casi a dir poco discutibili: spese folli negli anni passati per le luminarie natalizie, alberi di Natale acquistati e lasciati miseramente morire anzichè essere ripiantati come promesso, statue celebrative che devono ancora essere collocate sul territorio cittadino e che speriamo non siano messe in un parcheggio lungo l'asse del Sempione, progetto già finanziato di un teatro annesso alle scuole medie di cui non intuiamo l'utilità avendo già un auditorium da riqualificare per gli eventi culturali senza spreco di denaro pubblico". E concludono: "Ci piacerebbe conoscere la collocazione del consigliere Andrea Pessina che, dal mese di luglio, dopo il ritiro delle deleghe da parte del sindaco, non è stato più presente alla sedute di Consiglio comunale. Condividerà e sosterrà ancora con il suo voto l'operato dei suoi ex colleghi di Giunta?".

Seguici sui nostri canali