Cronaca
Ora è in caserma

Omicidio di Cornaredo, fermato il presunto assassino

L'uomo, un albanese residente nell'hinterland, sta rispondendo alle domande del pm di turno.

Omicidio di Cornaredo, fermato il presunto assassino
Cronaca Rhodense, 26 Ottobre 2022 ore 20:02

Fermato il principale indiziato dell'omicidio di Abderrahimi Elkharmoudi, ucciso a colpi di pistola a Cornaredo nella notte di domenica 24 ottobre 2022.

Omicidio di Cornaredo, si attende l'esito dell'interrogatorio

L'uomo si trova nella caserma dei Carabinieri e nel momento in cui scriviamo è in corso l'interrogatorio da parte del pubblico ministero. Il presunto assassino era stato identificato poche ore dopo il delitto: si tratta di un albanese residente in un comune della provincia di Milano al quale i Carabinieri sono risaliti visionando le registrazioni delle telecamere di sorveglianza.

La lite al bar e i colpi di pistola in piazza Libertà

L'omicidio era avvenuto poco dopo le 23 di domenica 24 ottobre, in seguito a una lite scoppiata al bar Agorà di piazza Libertà, in pieno centro, a due passi dalla chiesa parrocchiale e dal municipio. Il diverbio sarebbe nato tra la vittima, un 45enne marocchino, e una donna, e sarebbe proseguito anche fuori dal locale. Un gruppo comprendente la donna, il compagno albanese  e alcuni amici avrebbe seguito a piedi Abderrahimi Elkharmoudi e poco prima che questi raggiungesse l'automobile, parcheggiata poco distante dalla piazza, l’albanese avrebbe preso la pistola di piccolo calibro e avrebbe sparato due colpi verso il nordafricano, uno al petto e uno all’addome.

Il ritrovamento del 45enne senza vita alla rotonda

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il marocchino ferito e sanguinante sarebbe riuscito a mettere in moto e ad allontanarsi. La vettura è poi stata trovata alla rotonda tra via Varese e via Repubblica, sempre a Cornaredo. L'uomo è stato soccorso dall'equipaggio dell'ambulanza e trasportato d'urgenza all'ospedale San Carlo di Milano, ma i medici non hanno potuto fare nulla per salvarlo.

Seguici sui nostri canali