Attualità
Cornaredo

Lotta totale al degrado e all'abbandono di rifiuti

Saranno impiegati anche agenti di Polizia locale in borghese per contrastare gli incivili

Lotta totale al degrado e all'abbandono di rifiuti
Attualità Rhodense, 08 Maggio 2022 ore 10:44

«Rendiamo Cornaredo più vivibile». Con questo motto la Polizia Locale inizia un nuovo progetto fortemente incentrato sul contrasto al degrado diffuso, un motto che guiderà l’attività degli operatori nei prossimi mesi di quest’anno. Una lotta totale alle persone che sporcano la città.

Degrado diffuso

E’ ormai noto a tutto che il buon vivere quotidiano è legato anche all’ambiente in cui viviamo e alla sua qualità e che, al contrario, un ambiente degradato, trascurato e «sporco» incide negativamente sul senso di appartenenza alla Comunità e alla fruibilità degli spazi comuni. In quest’ottica l’Amministrazione Comunale, con l’ausilio degli operatori della Polizia Locale, ha deciso di dire basta ai gesti di inciviltà che si ripetono quotidianamente sotto gli occhi di tutti i cittadini del nostro territorio: basta quindi all’abbandono, alla trascuratezza, al degrado e all’indifferenza verso la cura dell’ambiente che ci circonda. Questa lotta si svilupperà su più fronti: da quello istituzionale con l’applicazione del Nuovo Regolamento per la Gestione dei Rifiuti Urbani da poco approvato e che prevede precisi obblighi per i produttori di rifiuti sia privati che attività, ai controlli che saranno ancora più serrati per verificare il rispetto di quanto statuito nel Regolamento. E’ su questo aspetto che l’attività della Polizia Locale sarà focalizzata: verifica delle situazioni di criticità riscontrate nel conferimento dei rifiuti urbani, monitoraggio delle aree soggette ad abbandono incontrollato di rifiuti, decoro degli spazi comuni del territorio.

Rifiuti e cani

Ma tutti i controlli e gli sforzi dell’Amministrazione sarebbero vani senza la collaborazione attiva della cittadinanza attraverso la corretta differenziazione delle varie frazioni dei rifiuti urbani, attività utile e necessaria per la costante riduzione della frazione indifferenziata e il miglioramento della qualità della frazione riciclata. Il personale Acsa e la Polizia Locale effettueranno attività ispettiva sulla corretta differenziazione delle varie frazioni e verificheranno che il decoro pubblico sia salvaguardato con la corretta esposizione dei rifiuti sulla sede stradale solo dopo gli orari consentiti (sempre dopo le 20) e nei giorni corretti: vedere sacchi di rifiuti “abbandonati” sulla pubblica via perché esposti nelle giornate non corrette aumenta la percezione di degrado e di incuria del paese oltre a creare inevitabili ripercussioni igieniche. Problema non secondario e di sicura attualità riguarda l’abbandono incontrollato di rifiuti, un malcostume sempre più diffuso e assolutamente da reprimere: sul territorio saranno attive fototrappole, piccoli e invisibili occhi elettronici in grado di controllare gli angoli più remoti del territorio e di documentare con fotografie e video gli abbandoni di materiale. Le immagini registrate e inviate alla Centrale Operativa della Polizia Locale saranno esaminate dagli operatori per risalire ai responsabili, con sanzioni che, quando non rientrano nel campo penale, possono arrivare a 1000 euro. Anche la cura degli amici a quattro zampe sarà al centro dell’attività di controllo; avere un cane è sicuramente un piacere e stabilisce una relazione di profonda fiducia e fedeltà tra animale e padrone, ma questo particolare rapporto comporta delle responsabilità della metà umana: la raccolta delle deiezioni è un atto di civiltà e di rispetto per gli altri che, ancor oggi, molti non praticano. Le deiezioni dei compagni a quattro zampe imbrattano spesso le aree giochi dei parchi e le aree verdi, proprio i luoghi frequentati dai bambini ed è facile immaginare le conseguenze di questo comportamento. Anche il semplice fatto di non tenere al guinzaglio il proprio cane comporta delle precise responsabilità: come è possibile raccogliere le deiezioni se il cane si allontana e non viene controllato?

Agenti in borghese

Per contrastare questi comportamenti saranno istituite delle pattuglie di agenti in borghese: senza uniforme gli operatori potranno controllare parchi ed aree pubbliche con la dovuta discrezione e intervenire con le previste sanzioni nei casi di violazioni accertate. Altro tassello della lotta al degrado urbano la pulizia delle strade del Comune, attività che per poter fornire risultati eccellenti necessita di alcuni accorgimenti, primo tra i quali il rispetto dei divieti di sosta dei veicoli nei giorni di pulizia. Banale ma necessario per permettere l’ottimale svolgimento del servizio di pulizia, un gesto di responsabilità nel non posteggiare quando vietato. Le attività sopra indicate saranno illustrate agli Amministratori di condominio del territorio attraverso l’invio di materiale illustrativo sui comportamenti virtuosi e delle sanzioni per le violazioni, sarà pubblicizzata attraverso comunicati stampa ai mezzi d’informazione locali e con la pubblicazione delle principali norme da rispettare tramite affissione nelle bacheche comunali sul territorio e sul sito istituzionale comunale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter