Politica

Vincenziana, Lega: “Gestione controproducente”

Bonetti attacca il Pd e difende il decreto Salvini.

Vincenziana, Lega: “Gestione controproducente”
Politica Magenta e Abbiategrasso, 24 Gennaio 2019 ore 12:05

Vincenziana, Lega: “Gestione controproducente”. Arriva anche la reazione della Lega alla chiusura del Cas di via Casati.  "Siamo lieti dell'ufficialità della notizia. Finalmente la “Vincenziana” chiuderà. Sin dall'arrivo dei primi ospiti nel 2014, abbiamo aspramente ma costruttivamente criticato scelte dettate da una sconsiderata politica dei flussi migratori condotta dai Governi di centro-sinistra. Come è ben noto anche ai sassi che la gestione dei richiedenti asilo non è in mano agli enti locali, è altrettanto vero che la passata Amministrazione di Magenta a guida Partito Democratico ha subito la vicenda troppo passivamente. Ora, invece, il PD è assai attivo nel contestare le disposizioni del “Decreto Salvini”. E pensare che non si ricordano levate di scudi allorché la Vincenziana, che qualche anno fa ospitava Cittadini italiani in difficoltà economiche, chiuse. Eh già, il “poveraccio” nostrano non rende come il presunto profugo. E, amenità a parte, questo deve farci riflettere perché molti ancora oggi non lo hanno compreso...", è l'affondo del segretario Kevin Bonetti. 

Vincenziana, Lega: “Gestione controproducente”

Bonetti si interroga sui " risultati positivi sufficientemente tangibili": "A fronte di una spesa pubblica di qualche milione di euro abbiamo adempiuto ai dettami della tanto decantata accoglienza? Come già riportato dal Vicesindaco Gelli, solo una decina di richiedenti asilo ha conseguito la status di rifugiato, agli altri ospiti è stato rilasciato un permesso di soggiorno per scopi umanitari. Sempre Gelli ricorda che la maggior parte dei ragazzi incontrati non sa esprimere nemmeno un vocabolo in lingua italiana.  Perciò, oggi siamo ancora più convinti nel ribadire che la Vincenziana non può essere un modello d'integrazione da seguire. Non può esserlo sotto i profili economico, sociale,educativo, di sicurezza ed ordine pubblico (non possiamo non rammentare i continui interventi delle Forze dell'Ordine)", ribadisce Bonetti.

La nota politica

Sul decreto Salvini, secondo il numero uno della sezione magentina, "la Lega ha dato una risposta chiara e coerente al problema dei flussi migratori. A livello nazionale i dati parlano chiaro: 100.000 sbarchi in meno nel 2018 rispetto al 2017, numeri riconosciuti anche dall'ONU. E abbiamo anche fatto capire che non siamo più disposti ad affrontare la questione senza la cooperazione degli altri Stati membri dell'U.E. Meno chiacchiere, più fatti, più rigore, più sicurezza. Ringraziamo il Ministro agli Interni Salvini poiché sin dal suo insediamento ha avuto polso e voglia di fare nel gestire un'emergenza/urgenza che è ,vero sì, divenuta quotidianità, ma per colpa se non dolo del lassismo di una certa parte politica eccessivamente incline alle imposizioni della Troika ed oramai distante anni luce dalle esigenze e priorità dei nostri cittadini".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter