Politica
Mobilità

Raddoppio ferroviario della linea Milano - Mortara: il parere della lista Abbiategrasso Attiva

"L’unica cosa certa, a oggi, sono solo i finanziamenti; non esiste un progetto presentato da Rfi per l’opera"

Raddoppio ferroviario della linea Milano - Mortara: il parere della lista Abbiategrasso Attiva
Politica Magenta e Abbiategrasso, 30 Dicembre 2021 ore 10:50

Abbiategrasso Attiva, neo lista abbiatense, ha appreso con soddisfazione che il Pnrr ha finanziato il raddoppio ferroviario della linea Milano - Mortara nel tratto tra la stazione di Albairate - Vermezzo e Abbiategrasso, ma chiede chiarezza e concretezza.

Raddoppio della linea Milano - Mortara: il parere della lista Abbiategrasso Attiva

"Subito si sono rincorse voci, opinioni, sussurri e incontri sulla necessità di non lasciarsi scappare questa opportunità. Sacrosanto! Tuttavia, l’unica cosa certa, a oggi, sono solo i finanziamenti; non esiste un progetto presentato da Rfi per l’opera. Dalle dichiarazioni ufficiali non vediamo novità su quanto finora emerso sui sottopassi. Per la politica di sicurezza di Rfi i passaggi a livello devono essere tolti, soluzione già prevista del precedente progetto; sicuramente non saranno banali gli espedienti per gli attraversamenti di via Volturno e viale Mazzini".

I dubbi della neo lista abbiatense sul raddoppio ferroviario

"Alcune perplessità, comunque non mancano. Il vecchio documento di valutazione di impatto ambientale del Ministero dell’Ambiente del 2002, che riporta il giudizio negativo circa la compatibilità ambientale del progetto di raddoppio tra Gaggiano e Abbiategrasso (parzialmente superato con il prolungamento del raddoppio fino ad Albairate – Vermezzo). La causa di ciò, all’epoca, era tra le altre cose, la difficoltà di inserimento negli ambienti antropizzati in termini di inserimento urbanistico, interruzione del continuum e frazionamento delle aree, nonché problemi riferiti all’inquinamento acustico e alle vibrazioni. Tali rilievi ci sembrano attuali ancora oggi, soprattutto nel tratto urbano del raddoppio. Pertanto, attendiamo di poter visionare il progetto per esprimere un parere, esortando l’attuale amministrazione ad imporsi per una soluzione favorevole alla Città".