Gelli attacca gli indecisi: "Avanti sulla superstrada"

Il vicesindaco leghista: "Basta tenere il piede in due scarpe".

Gelli attacca gli indecisi: "Avanti sulla superstrada"
Politica Magenta e Abbiategrasso, 19 Dicembre 2017 ore 15:03

Vigevano-Malpensa, Simone Gelli, vicesindaco di Magenta della Lega Nord, interviene nella discussione: "Chi oggi vuole legare la realizzazione dell'opera alle idee di Città di Metropolitana, farebbe prima a dire che non vuole né strada, né variante di Pontenuovo".

"Basta piede in due scarpe"

"Francamente mi sono un pò stufato di leggere comunicati stampa in cui si sta con il proverbiale piede nelle due scarpe. O si vuole l'opera o non la si vuole. Accampare scuse, oggi, significa, voler ritardare ancora la cantierizzazione dell'opera. Chi non ha il fegato per prendere una posizione chiara, dopo anni di infiniti dibattiti e riunioni fiume, si faccia gentilmente da parte e lasci lavorare chi ha sempre avuto, sul tema, idee, non chiare, chiarissime. Oggi, modificare il progetto come chiede Città Metropolitana, significa affossare l'opera. Occorre dire questo, in modo molto chiaro ai nostri cittadini", incalza Gelli.

 "Andiamo avanti col progetto Anas"

E' il momento, questo, per il vicesindaco, della verità: lancia così una stoccata agli avversari politici e, soprattutto, al versante dem. "Non è possibile stare ancora a sentire che ci dice che dopo anni di dibattiti dobbiamo includere persone e gente che sempre e comunque saranno contrari alla realizzazione della stessa. Capisco che nel Pd si debba fare di necessità virtù e quindi votare sì nei consigli comunali per poi vedere gli onorevoli, proprio del Pd, manifestare con "quelli del no".  Andiamo avanti.  Avanti tutta con il progetto Anas e con tutte le migliorie che si potranno apportare in corso d'opera.  Chi si deve schierare si schieri. Chi deve incarnare il solito "taia e midega" stia pure a casa a fare la calza. Gli riuscirà sicuramente meglio".