Mostra a Robecchetto

Dante 100 x 100: rimandata al 18 settembre la presentazione della mostra

La presentazione ufficiale della mostra “Dante 100x100 – Cento artisti per cento Canti della Divina Commedia” è stata posticipata a sabato 18 settembre alle ore 17.30 nel giardino della Cascina del Guado a Robecchetto con Induno (MI)

Dante 100 x 100: rimandata al 18 settembre la presentazione della mostra
Cultura Legnano e Altomilanese, 13 Settembre 2021 ore 11:35

Dante 100X100 arriverà nei nove comuni del Polo culturale del Castanese a testimoniare la parte migliore della cultura occidentale. Il Polo culturale del Castanese, con i suoi nove comuni, diventa la mappa delle visioni contemporanee dantesche del viaggio ultraterreno nel 700° anniversario della morte di Dante Alighieri.

Dante 100 x 100: rimandata al 18 settembre la presentazione della mostra

Per cause di forza maggiore la presentazione ufficiale della mostra “Dante 100x100 – Cento artisti per cento Canti della Divina Commedia” è stata posticipata di una settimana e si terrà sabato 18 settembre alle ore 17.30 nel giardino della Cascina del Guado a Robecchetto con Induno (MI).

La Mostra

"Ritorna la grande avventura della lingua italiana in una mostra preziosa che coinvolge ben 100 autorevoli artisti contemporanei. Dal primo Canto, dolcemente illustrato da Ernesto Treccani si giunge a vedere “l’amor che move il sole e l’altre stelle” nel bellissimo iconico disegno di Fernando De Filippi. Nel mezzo gli altri 98 canti che si snodano in un percorso fiabesco, sognante e rivelatore, come si addice all’arte. Dalla netta xilografia di Togo (Migneco), alla sapiente mano narrativa di Paolo Baratella fino al “ri-taglio” provocatorio di Bros, passando per la medusa “femen” di Stefano Pizzi e agli interventi personalissimi di grandi Maestri del secondo Novecento come Daniele Oppi, Antonio Fomez, Gerardo Lo Russo, Giancarlo Colli, Ugo Sanguineti, Luigi Regianini, Massimo Marchesotti, Romeo Borzini o a quelli inaspettati dei giovani Matteo Capobianco, Sonda, Giuseppe Abbati, Carmine Sabbatella... (solo per citarne alcuni). Uno spaccato della visione contemporanea dell’arte su uno dei testi principe della cultura identitaria nazionale.
L’Italia ha dato un contributo decisivo in varie epoche alla nascita e allo sviluppo della cultura europea e, quindi, occidentale. Il nostro mondo, che di sicuro non è perfetto, ma che è certamente ancora un punto di riferimento della civiltà. Questo nostro mondo così distratto da continui, intermittenti, stimoli ha l’occasione di fermarsi un momento per guardare attraverso gli occhi di cento tra i più autorevoli artisti contemporanei italiani (e non) personaggi e fatti narrati da Dante nella sua Commedia".

“Dante 100X100 – cento artisti per cento Canti della Divina Commedia”

"Questi titolo e sottotitolo della mostra organizzata e diretta dal Guado e proposta per la prima volta dal Polo culturale del Castanese in un progetto espositivo itinerante nei nove centri di riferimento della struttura culturale sovracomunale. Il valore è anche questo, non una progettualità prêt-à-porter, ma un disegno condiviso e tagliato su misura in modo che l’integrazione nel territorio sia una cifra importante della proposta culturale. Infatti la mostra è accompagnata da un catalogo/giornale che contiene la mappa del percorso dantesco costruito attraverso le minute, preziose e diversissime tra loro opere originali di questo grande “Libro d’arte”. Un progetto nato da un incontro tra Giacomo Lodetti, della storica Libreria Bocca, e Daniele Oppi, fondatore del Guado. Portato avanti e concluso con determinazione da Francesco Oppi, attuale anima delle iniziative di sperimentazione artistica e culturale del Guado, assieme a tre tra i maggiori storici e critici dell’arte italiani: Rossana Bossaglia, Giorgio Seveso e Andrea B. Del Guercio e con il sostegno della Società Umanitaria di Milano. Un lavoro certosino di scelta degli artisti, individuazione delle tematiche personalizzate e raccolta dei lavori. Cinque anni di impegno costante e volontario. Un’opera corale imponente per intensità culturale ed artistica e per valore testimoniale. Cento cornici contengono le opere originali dei 100 artisti cui è stato assegnato il canto della Divina Commedia. Le cornici sono corredate anche dalla lettera/invito all’Autore con la citazione dantesca e da una breve nota biografica dell’artista. Fare il punto del rapporto tra il sommo poeta e gli artisti della contemporaneità: cercare di costruire una significativa mappa della visione del testo dantesco con gli occhi del Duemila. Trasportare il visitatore/lettore su piani estetici inconsueti, con stimoli nuovi rispetto ai canoni prevalenti per numero; in sostanza palesare l’immortalità di uno dei più rilevanti testi della letteratura italiana, europea e mondiale. Questo è Dante 100 X 100 in un nuovo percorso che consente ai cittadini di riappropriarsi del proprio territorio seguendo le orme del poeta e delle immagini create dall’arte di oggi.
Patrocini: Fondazione Per Leggere, Società Umanitaria, Biblioteche storiche e antiquarie d’Italia, Libreria Bocca, Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna".