Test antidroga negativo per la comandante di Corbetta

Nell'auto di Vismara i carabinieri trovarono 3 grammi di cocaina. Il sindaco soddisfatto: "ora si cerchi chi l'ha incastrata".

Test antidroga negativo per la comandante di Corbetta
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 25 Gennaio 2020 ore 11:35

Test del capello negativo per la comandante della Polizia Locale di Corbetta. Si è fatto attendere, ma finalmente ecco l’esito dell’analisi del capello, che stabilisce come la comandante Lia Vismara non abbia fatto uso di cocaina. Il test, infatti, effettuato dalla 31enne arlunese lo scorso 9 gennaio è risultato negativo. Risultato che poco influisce sull’indagine seguita al fermo della comandante, lo scorso 3 gennaio, nela cui auto furono trovati tre grammi di sostanza stupefacente, che le è valsa un’accusa di detenzione ai fini di spaccio. 

Il test è negativo

Test del capello negativo per la comandante Vismara

Il test dice che la giovane ufficiale non ha fatto uso di cocaina. Soddisfazione da parte del sindaco Marco Ballarini che fin dalle prime ore ha difeso la comandante, mai sospesa dal servizio: “Ovviamente il risultato del test del capello della comandante è stato quello che tutti si aspettavano:   negativo. Vismara  non consuma droga e, lo ripeto, non spaccia. Oggi arriva  la conferma certificata dal laboratorio forense di una cosa che andiamo avanti a  dire da tanto tempo”. Il primo cittadino si auspica che le indagini in corso dimostrino la totale estraneità dell’ufficiale dai fatti che le sono contestati. Da subito, per sindaco e difesa, Vismara è vittima di un complotto. 

Il sindaco: “Abbiamo dato fastidio a qualcuno”

“Ora spero che proseguono le indagini perché è importante capire qual è l’origine e chi è il mandante di questo attacco politico verso l’Amministrazione di Corbetta che tanto bene sta facendo, anche in termini di Polizia Locale e i numeri che abbiamo diffuso qualche giorno fa ne sono la testimonianza concreta (servizio sul giornale in edicola). E’ palese come la rivoluzione all’interno il Comando abbia portato a un numero maggiore di controlli e a una maggiore efficienza. Questa rivoluzione  forse ha dato fastidio a parecchie persone. Sono fiducioso nella Magistratura, che sta indagando per scoprire chi ha inferto questo colpo bassissimo. L’obiettivo non è solo  scagionare la comandante, come giusto che sia, ma  evitare che episodi simili si ripetano”, conclude il primo cittadino.

Anche il sindaco si è sottoposto al test

La vera novità è che i test antidroga effettuati sono stati due. A sottoporsi all’esame del capello anche il sindaco Marco Ballarini.  L’obiettivo? Fugare le malelingue, che nei giorni scorsi si sono moltiplicate. “I soliti maligni e detrattori dell’Amministrazione e del sindaco  hanno messo in giro brutte voci. Così io stesso mi sono sottoposto al test del capello che ovviamente è risultato negativo. Spiace ogni volta constatare che chi non sa costruire e  chi non sa fare vuole solo distruggere, e lo fa infangando gli altri. Sono convinto che cercare di oscurare gli altri, il sindaco nello specifico,  non faccia brillare maggiormente queste persone, anzi”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli