Nerviano

Simone Carnevale muore dopo 14 anni in stato vegetativo. I genitori: “Lo abbiamo amato fino all’ultimo”

La tragedia era avvenuta nel 2006. Da allora mamma e papà sono sempre stati al suo fianco

Simone Carnevale muore dopo 14 anni in stato vegetativo. I genitori: “Lo abbiamo amato fino all’ultimo”
Legnano e Altomilanese, 25 Settembre 2020 ore 09:39

Simone Carnevale, il giovane di Sant’Ilario di Nerviano, è deceduto dopo 14 anni in stato vegetativo. Nel 2006 era finito in auto nel Canale Villoresi con quattro amici. Era rimasto 40 minuti sott’acqua. I genitori: “Lo abbiamo amato fino al suo ultimo respiro”.

Simone Carnevale, il ricordo dei genitori

Era il 29 aprile 2006 quando Simone Carnevale, allora 18enne, finì nel Canale Villoresi mentre si trovava al volante della sua Y10 insieme a quattro amici. Rimase 40 minuti sott’acqua. Per lui, residente a sant’Ilario di Nerviano, coma anossico e stato vegetativo per 14 anni. E’ venuto a mancare venerdì scorso all’età di 33 anni e grande partecipazione e commozione vi è stata durante i funerali.
Al suo fianco sempre papà Agostino (ex professore del Bernocchi di Legnano, dove ha insegnato per ben 35 anni, istituto che frequentava anche Simone) e mamma Daniela oltre al fratello Francesco.
Da allora la famiglia non l’ha mai lasciato solo: “Abbiamo fatto i genitori – racconta il papà nell’ampio servizio su Settegiorni in edicola – Un figlio lo ami sempre, in qualunque situazioni si trovi”.
Simone (che aveva giocato a calcio nel Gs S.Ilario e poi acquistato dalla Rhodense) è stato prima in una rsa di Legnano, poi in una di Villastanza di Parabiago: “Sono stati anni duri, ma è stato lui a farci andare avanti giorno dopo giorno – prosegue il papà – Reagiva solo al dolore. Devo ringraziare i miei ex colleghi che mi hanno permesso di fare orari coi quali occuparmi di mio figlio. Mi ricordo che mi portavo i compiti da correggere davanti a Simone. Non mi sono mai chiesto il perchè di questa situazione: è successo e basta. Cosa sarebbe cambiato farsi questa domanda? I figli arrivano. E vanno amati per come sono”.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia