Menu
Cerca
rho

Preso il "ladro del tombino" che spaccava le vetrine

Il giovane risulta avere problemi di tossicodipendenza

Preso il "ladro del tombino" che spaccava le vetrine
Cronaca Rhodense, 29 Maggio 2020 ore 11:56

Preso il ladro che aveva distrutto le vetrine del colorificio Re Cecconi di via Statuto e quella del SvampeRho, negozio di sigarette elettroniche di via Garibaldi. Nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 febbraio aveva mandato in frantumi la vetrina di  Estrele Cakes, il locale di via Matteotti che vende pane e dolci. Il ladro aveva distrutto anche la vetrina del Rock’N’Roll Club di via Magenta 77.

Preso il "Ladro del tombino" che spaccava le vetrine

Rompe piatti e bicchieri che c’erano sul tavolo, lancia dal balcone il telefono della madre e minaccia di morte il padre. Protagonista della vicenda avvenuta nel pomeriggio di domenica un ragazzo italiano, classe 1985, noto pregiudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona.
Dopo la chiamata al 112, gli agenti del commissariato di Rho-Pero si sono portati a casa dei genitori del giovane dove L.C. si trovava. Giunti sul posto gli agenti rhodensi accertavano che L.C. aveva sottratto il telefono alla madre e l’aveva lanciato dal balcone, per evitare che la donna chiedesse aiuto alle Forze dell’Ordine.
Una volta entrati in casa i genitori riferivano che il diverbio era nato per futili motivi fino a quando il figlio si era alzato da tavola e aveva iniziato a rompere le stoviglie appoggiate sulla tavola apparecchiata per il pranzo. Non solo, il giovane aveva anche iniziato ad aggredirli verbalmente ed a minacciare di morte il padre.
Al momento dell’intervento degli agenti del commissariato di Rho-Pero, L.C. ancora presente sul posto, appariva in forte stato di agitazione: il giovane risulta avere problemi di tossicodipendenza a causa dei quali si è reso in passato responsabile di furto nei confronti dei familiari e della collettività.
Gli agenti dopo aver preso le generalità del ragazzo hanno appurato che era lo stesso che effettuava furti nei negozi del centro cittadino usando i tombini per infrangere le vetrate e guadagnarsi l’accesso. Diversi i negozi messi a soqquadro nei mesi scorsi dal giovane più volte ripreso dalle telecamere interne degli esercizi commerciali che ha saccheggiato.
Ma non solo, gli agenti durante l’intervento effettuato nella giornata di domenica hanno anche appurato che episodi di violenza contro i famigliari erano già accaduti, numerosi, in passato con l’intervento della Polizia, sia nei confronti dei genitori che degli anziani nonni che abitano nello stesso stabile. In considerazione dell’alta probabilità che potesse reiterare e aggravare la propria condotta, L.C. prima accompagnato presso il commissariato di Rho-Pero e successivamente è stato stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti dei propri genitori ed è stato accompagnato nel carcere milanese di San Vittore.

TORNA ALLA HOME