Cronaca
RESCALDINA

Omicidio Carol Maltesi: indagini chiuse, Davide Fontana ha agito da solo e per gelosia

Il 43enne bancario è ora nel carcere di Busto Arsizio. La 26enne era stata brutalmente uccisa nel suo appartamento di via Melzi

Omicidio Carol Maltesi: indagini chiuse, Davide Fontana ha agito da solo e per gelosia
Cronaca Legnano e Altomilanese, 10 Settembre 2022 ore 18:00

Omicidio Carol Maltesi di Rescaldina, chiuse le indagini.

Omicidio Carol Maltesi, chiusura delle indagini

Ultimo capitolo per l'omicidio di Carol Maltesi: chiuse le indagini. Da quanto emerso dal lavoro degli inquirenti, Davide Fontana (che si trova nel  carcere a Busto Arsizio), avrebbe agito da solo, uccidendo la 26enne, sua ex fidanzata e ora amica durante un gioco erotico. L'ha uccisa perchè incapace di accettare la decisione della stessa di lasciare Rescaldina per andare a vivere tra Verona (dove risiede il figlio di 6 anni) e Praga (dove abita il fidanzato). Crollata anche l'ipotesi di un possibile movente economico: dopo l'omicidio, il 43enne ha effettuato dei movimenti di soldi con la carta di credito della vittima ma il motivo dell'uccisione non riederebbe in questo.

L'accaduto

Era il 21 marzo quando un passante aveva trovato quattro sacchi dell'immondizia lungo un dirupi a Breno, paese montano in provincia di Brescia, al confine con Bergamo. Dentro vi era il corpo di una ragazza fatta a pezzi. Poco dopo ai Carabinieri si rivolge anche Fontana che dice di aver informazioni su quella ragazza. Cade in contraddizione. Confessa l'omicidio. Il corpo fatto a pezzi e tenuto in un congelatore per due mesi. Poi se n'è disfato gettandoli nel dirupo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter