Cerro Maggiore

Morte sorelle Agrati, “Il fratello disse di aver avuto due figlie dalla sorella di Jodie Foster”

Nuova udienza a carico del fratello Giuseppe, accusato di duplice omicidio e incendio. Il racconto dell'ex vicepreside del liceo Galilei di Legnano

Morte sorelle Agrati, “Il fratello disse di aver avuto due figlie dalla sorella di Jodie Foster”
Cronaca Legnano e Altomilanese, 24 Febbraio 2021 ore 07:07

Morte sorelle Agrati di Cerro Maggiore, nuova udienza per il fratello Giuseppe accusato di duplice omicidio e incendio.

Morte sorelle Agrati, nuova udienza

Prosegue il processo a carico di Giuseppe Agrati, 69enne di Cerro Maggiore, accusato di aver ucciso le sorelle Carla e Maria nell’incendio della loro abitazione di via Roma la notte del 13 aprile 2015. Dopo che la Corte di Assise, la scorsa settimana, aveva rigettato la richiesta di arresti domiciliari, oggi, martedì 23 febbraio 2021, sono stati sentiti altri vicini di casa: i testimoni hanno ricordato i tentativi di sedare le fiamme dal retro della casa, uno anche intervenendo con un estintore sul portoncino che si affaccia sulla via Roma.

“Ho due figlie avute dalla sorella di Jodie Foster”

Nei racconti degli altri testimoni, è spuntata nuovamente la ricerca di Giuseppe per trovare fondi di presunti brevetti americani da lui depositati (quella dei fondi sarebbe, secondo l’accusa, una parte del movente). Stamattina, è stata sentita anche Ornella Ferrario, ex vicedirigente scolastico del liceo Galilei di Legnano (Carla, una delle sorelle decedute, era stata una professoressa in quella scuola, dove era amatissima): “Dopo la tragedia, Giuseppe Agrati era venuto nel mio ufficio chiedendomi di aiutarlo a rintracciare le due figlie, Patrizia e Francesca, che avrebbero frequentato il liceo intorno al 2000, non si ricordava bene l’anno – ha affermato Ferrario – Mi ha detto che potevano essere registrate come Agrati o come Foster. Ha sostenuto che le due ragazze fossero nate da una relazione con la sorella della famosa attrice americana Jodie Foster”.
Parole queste che Ferrario aveva già messo nero su bianco quanto è stata sentita dal pm, ricordando che le due figlie sarebbero nate “con inseminazione artificiale”. “Ovviamente non c’era nessuno con quei nomi nel registro della scuola – ha proseguito Ferrario – Le cercava perchè, a suo dire, potevano aiutarlo a recuperare le password per alcuni fondi, password che conosceva solo Carla. Durante il mio colloquio con lui, Giuseppe è sempre rimasto uguale: non l’ho visto arrabbiarsi o cambiare umore”.
E della ricerca di queste password e di questi presunti brevetti hanno parlato anche altri parenti di Giuseppe sentiti sempre oggi: “Era ossessionato dal rientrare in possesso di questi fondi, di questi brevetti americani” ha ricordato un fratello. Che, da medico, ha aggiunto: “Già da quando ero stato sentito la prima volta nel 2015, avevo suggerito di sottoporre Giuseppe a una perizia psichiatrica”. Fondi dei quali ha parlato anche un’altra parente: “Secondo lui erano stati portati via da Carla”.
Anche da alcuni parenti è emerso nuovamente il rapporto poco felice tra Giuseppe e Carla.

La posizione della difesa

“Riguardo il discorso dell’ex vicepreside occorre valutare che Agrati era andato da lei per ricevere conforto, non trovandolo ha iniziato a prenderla in giro – ha commentato Giuseppe Lauria, avvocato difensore di Agrati – Il discorso riguardo alla sorella di Jodie Foster lo usava sempre per rispondere alla solite domande che gli venivano fatte in famiglia, del tipo ‘Ma te? Figli? e lui rispondeva ‘Ho dato il seme alla banca del seme e ho avuto figli dalla sorella di Jodie Foster”. Tutto questo è paradossale, non è il delirio di un folle. Gli elementi indiziari stanno cadendo. Agrati non teme l’ergastolo, quello che teme è morire con questa infamia sul groppone: amava le sue sorelle”. E sui brevetti: “Si tratta di fondi che Carla aveva poi messo su un fondo intestato a lei a un altro fratello”.
Si torna in aula martedì 9 marzo 2021.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli