Vigevano-Malpensa

Il Governo cancella la superstrada, Gelli: “Scelta devastante”

"Il  tutto avviene  nell’assordante silenzio del Pd magentino. Un Governo così ostile a Magenta ed alla Lombardia, in grado di distruggere l’economia e la salute della nostra comunità, non si vedeva da anni".

Il Governo cancella la superstrada, Gelli: “Scelta devastante”
Magenta e Abbiategrasso, 28 Settembre 2020 ore 10:42

“Superstrada Malpensa, la  decisione del Governo di cancellare il progetto è devastante per l’economia del nostro territorio“: lo afferma il vicesindaco Simone Gelli.

“Il  tutto avviene  nell’assordante silenzio del Pd magentino. Un Governo così ostile a Magenta ed alla Lombardia, in grado di distruggere l’economia e la salute della nostra comunità, non si vedeva da anni – prosegue il vicesindaco  magentino –  Questo Governo, per la nostra città, risulta essere il più distruttivo dal dopoguerra ad oggi. Dopo i pasticci su Scuola, Tari e Politiche sul personale, ora abbiamo la conferma che il Governo vuole, in buona sostanza, distruggere venti anni di battaglie che il nostro territorio ha portato avanti. Le parole del Ministro De Micheli sono inaccettabili e prive di significato. Cancellare infatti tutto il lavoro fatto da Anas e da Regione Lombardia, oltre che da tutti i sindaci che da anni si battono perché questa importante infrastruttura venga realizzata, è uno schiaffo al nostro territorio e a tutte le comunità che lo abitano”.

C’è la questione aperta della variante di Pontenuovo, da sempre legata alla realizzazione della Vigevano – Malpensa: “Questo ulteriore stop, significherebbe ritardare ancora di anni la realizzazione dell’opera con le conseguenze che tutti noi conosciamo per la nostra frazione e per tutto il nostro territorio. Il tutto, nel silenzio del Pd locale che certo sul tema, pesantemente imbarazzato, non ha ancora prodotto alcuna locandina. E pensare che durante gli anni della Giunta Invernizzi il Pd aveva giurato e spergiurato di essere a favore dell’opera. Oggi, gli accordi elettorali romani passano sopra le teste di tutti noi e di tutti i nostri cittadini senza che si levi, da quel lato della politica, un solo grido di dolore. Mi auguro che il Governo ci ripensi e continui a lavorare velocemente con le ipotesi progettuali già individuate dai nostri sindaci e dagli enti locali. La cancellazione dell’infrastruttura, significherebbe, ancora una volta, penalizzare tutti noi sia da un punto di vista economico che da un punto di vista ambientale. Credo che mi tocchi invitare un altro esponente del Pd, il Ministro De Micheli, a prendere un caffè sulla nostra Strada Regionale 11, chissà che capisca di cosa stiamo parlando, prima di proferire parole vuote di significato per il nostro territorio e per tutti noi”.

Torna alla home

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia