Menu
Cerca
arese

Coronavirus ad Arese: tornano a crescere i contagi e i morti

Il sindaco Palestra: "Evitiamo sempre qualunque forma di assembramento e utilizziamo mascherina e gel disinfettante"

Coronavirus ad Arese: tornano a crescere i contagi e i morti
Cronaca Rhodense, 19 Gennaio 2021 ore 15:03

Coronavirus ad Arese: tornano a crescere i contagi (+ 18) e i morti (+4).

Coronavirus ad Arese: tornano a crescere i contagi e i morti

Oggi, martedì 19 gennaio, il portale ATS ha fornito i dati relativi alla pandemia di Coronavirus ad Arese. I casi totali arrivano a 1.054, con un aumento di 18 casi rispetto al12 gennaio scorso. Si registrano 4 nuovi decessi ma aumentano anche i guariti: + 14. Le persone ricoverate sono 8 mentre quelle in quarantena, cioè con limitazioni allo spostamento sono 42 oltre ad altre 103 in sorveglianza.

Le parole del sindaco

"Oltre al Dpcm del 14 gennaio 2021, che contiene nuove disposizioni per la prevenzione della diffusione del Covid-19 valide dal 16 gennaio al 5 marzo 2021, la nuova Ordinanza del Ministero della Salute colloca la Lombardia in “zona rossa” con misure più stringenti.
È importante che ognuno verifichi sempre sui siti istituzionali ciò che è consentito fare e ciò che è vietato. Il sito di Regione Lombardia è aggiornato con tutte le nuove prescrizioni: https://www.regione.lombardia.it
Purtroppo, non tutti sono in grado di discernere quali siano fonti autorevoli e quali messaggi sarebbe opportuno non leggere e non condividere. Fate attenzione anche alle persone più fragili e che non hanno familiarità con i siti e i social, affinché abbiano sempre a disposizione informazioni attendibili.
Evitiamo sempre qualunque forma di assembramento e utilizziamo mascherina e gel disinfettante. Lo facciamo a tutela della nostra salute e di quella dei nostri cari.
Come per le varie attività professionali e commerciali, anche i servizi del Comune si attengono alla normativa, quindi, ricordiamo che l'accesso agli uffici, se necessario, deve avvenire su appuntamento.
Il Centro civico Agorà rispetterà i giorni di chiusura previsti, di volta in volta, dai vari decreti".

La rete di aiuto

Dall'inizio dell'emergenza sanitaria è operativa la rete di aiuto e supporto alle persone in difficoltà a causa della pandemia, soprattutto a quelle che si trovano in stato di estrema necessità, fragili, che vivono sole.
Il numero telefonico di emergenza 379 1909759 è attivo dalle 9.00 alle 18.00 e rispondono i volontari della Fraternita di Misericordia di Arese ODV.A questo numero è possibile chiedere aiuto solo in caso di estrema necessità a causa dell'obbligo di quarantena o dell'isolamento volontario attraverso la consegna a domicilio di generi di prima necessità quali spesa e farmaci.Chiediamo, invece, a tutte le persone che sono in grado di attivare la rete parentale o amicale di non usufruire del numero di emergenza per permetterci di aiutare chi effettivamente ha bisogno e non ha altro modo per soddisfare le proprie necessità.Per essere vicini ai nostri concittadini è attivo anche il servizio di supporto psicologico, gestito grazie al contributo volontario di psicologi professionisti, al fine di sostenere le persone risultate positive al Covid a superare questo momento di difficoltà. Il numero a cui rivolgersi è sempre il 379 1909759.

La gestione rifiuti

Per le famiglie con soggetti positivi al Covid-19 e quarantenati, ricordiamo che sono attive delle diverse modalità di conferimento dei rifiuti. A questo link trovate tutte le info utili. Ogni singolo gesto può essere utile per il contenimento dei contagi.

La spesa a domicilio

Per coloro che dovessero avere necessità, è stata riattivata la app che segnala gli esercenti del territorio che effettuano consegna a domicilio.

Per ogni dubbio sull'emergenza sanitaria, la Polizia locale resta disponibile per informazioni al n. 02 93527450.

TORNA ALLA HOME