Attualità
Emergenza

Ucraina, prime indicazioni per l'accoglienza dei profughi

Sul sito del Comune di Legnano informazioni pratiche importanti per quanti aprono la loro casa a chi scappa dalla guerra.

Ucraina, prime indicazioni per l'accoglienza dei profughi
Attualità Legnano e Altomilanese, 04 Marzo 2022 ore 14:07

Ucraina, la generosità dei legnanesi non si limita alle donazioni di fondi e generi di prima necessità: c'è anche chi è disposto ad aprire la propria casa a chi riesce a scappare dalla guerra.

Ucraina, le prime indicazioni per l'accoglienza dei profughi

A dare le prime indicazioni operative per gestire l'ospitalità in questa fase di emergenza da parte dei cittadini che si stanno spontaneamente offrendo ad accogliere i profughi è l'Amministrazione comunale, che sul sito istituzionale www.legnano.org ha aperto una sezione dedicata all'emergenza Ucraina. "Esse servono per formalizzare la presenza di cittadini ucraini sul territorio - spiega Palazzo Malinverni - Nei prossimi giorni, anche a seguito delle indicazioni che verranno fornite da Stato e Regioni, provvederemo a dare ulteriori informazioni sui temi connessi (accoglienza, sanità, scuola, eccetera)".

Che cosa deve fare chi apre la propria casa a chi fugge dalla guerra

Cosa devo fare se accolgo in una casa di cui sono titolare (proprietario o affittuario) persone ucraine?
Occorre compilare il modulo di Comunicazione di ospitalità (Allegato A) con i dati richiesti e presentarlo entro 48 ore all’autorità di pubblica sicurezza al Comando della Polizia di Stato in via Monsignor Eugenio Gilardelli 4 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13, il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 17.30.
La documentazione da presentare è la seguente
1) Doppia copia modulo di ospitalità compilato (Allegato A); 2) Fotocopia passaporto cittadino ucraino (solo pagina con fotografia); 3) Fotocopia carta di identità o permesso di soggiorno cittadino ospitante, proprietario di casa o intestatario del contratto di locazione; 4) Fotocopia atto di acquisto immobile o contratto di locazione. Va conservata copia della dichiarazione e va segnalata la presenza del cittadino ucraino sul territorio italiano utilizzando l’indirizzo email del Consolato ucraino: milanoconsolato1@gmail.com.
Se la persona che arriva necessita di cure mediche dove posso andare?
Tutti i cittadini ucraini presenti possono accedere alle cure emergenziali al Pronto soccorso, pagando eventualmente il ticket se la prestazione non era urgente. Si suggerisce di portare con sé passaporto e eventuali medicine o terapie seguite. Tutti i minori possono accedere al pronto soccorso per le valutazioni urgenti, nei prossimi giorni si chiariranno le modalità di accesso ai pediatri locali.
E se ci sono dei bambini e delle bambine minorenni?
Se sono accompagnati da almeno uno dei genitori o tutori: la loro presenza è indicata nella Dichiarazione di ospitalità. Se non ci sono i genitori o i tutori: occorre contattare il Servizio sociale comunale ai seguenti recapiti per seguire la procedura corretta a regolarizzare la loro posizione: 0331.471511 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12.30, lunedì, martedì e giovedì dalle 15 alle 17.; email: emergenza.ucraina@legnano.org
Come posso essere supportato in questa fase iniziale?
Si chiede di compilare il modulo allegato (Allegato B) e inviarlo tramite mail a emergenza.ucraina@legnano.org. Si consiglia di fare una fotocopia o una fotografia dei documenti delle persone accolte. Ci si può rivolgere a: Spazio Integrazione cittadini stranieri, via 20 Settembre 30, citofono 13, Edificio A6, secondo piano; email: integrazione@ascsole.it, telefono 340.4761539 (solo WhatsApp).
Orari di apertura su appuntamento: lunedì dalle 14 alle 17.30, giovedì dalle 9 alle 13, venerdì dalle 10 alle 13.
"Le informazioni saranno oggetto di aggiornamento continuo in base alle indicazioni che saranno fornite dallo Stato" sottolinea l'Amministrazione comunale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter