Corbetta

Diffida del Comune, centrodestra: "Grave usare la burocrazia per silenziarci"

La coalizione: "La serata si svolgerà in un luogo privato ed in forma privata, con esponenti politici di primo piano, tra cui il presidente Fontana"

Diffida del Comune, centrodestra: "Grave usare la burocrazia per silenziarci"
Altro Magenta e Abbiategrasso, 16 Luglio 2021 ore 10:28

E' bufera a Corbetta dove ieri il Comune ha mandato una diffida alla coalizione di centrodestra (potete leggere un ampio servizio su Settegiorni in edicola) in vista dell'evento di stasera. venerdì 16 luglio, per la presnetazione del candidato.

Diffida del Comune per l'evento di stasera

Nel mirino la valenza pubblica dell'evento, che richiedeva autorizzazioni e permessi particolari. L'evento, ha però poi precisato la coalizione, era su invito e con una ben definita lista di invitati. Oggi la dura reazione del centrodestra corbettese: "Troviamo molto grave e senza precedenti l’azione intrapresa dal Comune di Corbetta che, appellandosi alla burocrazia e ai regolamenti, ha provato a ridurre al silenzio l’intera coalizione di centrodestra. La diffida inviataci dal Comune riguarda un evento elettorale previsto per questa sera, che peraltro si svolgerà in un luogo privato ed in forma privata, con esponenti politici di primo piano, tra cui il presidente Fontana",  affermano, in una nota congiunta, gli esponenti di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con L’Italia, Lombardia Ideale e la lista civica “Idee X Fare”, appartenenti alla coalizione di centrodestra a Corbetta.

Centrodestra: "Grave usare la burocrazia per silenziarci"

"È inaccettabile – prosegue la nota – che in periodo pre-elettorale si sia provato a impedire a un’intera coalizione di riunirsi. La verità è che siamo di fronte a un atto di arroganza sconcertante da parte del Comune. Al di là dei rapporti politici e di eventuali rancori, un sindaco finché resta in carica deve sempre essere super partes, tutelando la libertà di espressione di ogni cittadino o schieramento politico. Con una telefonata – conclude la nota – eventuali incomprensioni si sarebbero chiarite ed i dubbi dissipati, evitando allo stesso sindaco Ballarini e alla sua amministrazione l’ennesima figuraccia di fronte a tutti i cittadini".