Sport
Coni

Stella d'argento al merito sportivo per Santo Falanga

Il dirigente della Fitav Lombardia (Federazione italiana tiro a volo), residente a Cuggiono, ha ricevuto la benemerenza all'Arena civica di Milano.

Stella d'argento al merito sportivo per Santo Falanga
Sport Legnano e Altomilanese, 20 Novembre 2022 ore 12:00

Il cuggionese Santo Falanga, dirigente della Fitav Lombardia (Federazione italiana tiro a volo), premiato con la Stella d'argento al merito sportivo.

Stella d'argento al merito sportivo: tra gli insigniti anche il cuggionese Falanga

La cerimonia di consegna delle benemerenze del Coni, riferite all'anno 2020, si è svolta nella sala Appiani dell’Arena civica di Milano. Falanga aveva ricevuto la Stella di bronzo al merito sportivo nel 2015, sempre come dirigente. Il cuggionese ha iniziato a praticare il tiro a volo circa 38 anni fa, la prima gara nel 1983 a Milano che ha vinto, aggiudicandosi il Trofeo città di Milano. Dal 1986 ha iniziato a occuparsi della federazione come collaboratore esterno, poi nel 1988 è diventato consigliere regionale e da lì ha ricoperto diversi incarichi nel consiglio direttivo. E’ stato giudice unico regionale, arbitro nazionale per specialità olimpiche, arbitro internazionale per altre specialità di tiro a volo non olimpiche. Ha iniziato la sua attività di tiratore come normodotato, poi a causa di problemi a una gamba ha continuato l’attività sportiva nella sezione paralimpica in cui è entrato 12 anni fa e dallo scorso anno, dopo una frattura al femore, si muove in carrozzina continuando a partecipare alle gare.

"Contento di essere premiato per l’attività che svolgo con attenzione e impegno"

"Affianco l’attività di dirigente a quella sportiva e in questi anni ho vinto quattro titoli, ho partecipato al campionato internazionale in Repubblica Ceca piazzandomi al quarto posto - ha raccontato Falanga - Come dirigente Fitav mi occupo dell’andamento delle diverse attività sportive che si svolgono nell’anno, in più sono responsabile degli arbitri in Lombardia. Sono contento del riconoscimento ricevuto che premia l’attività che svolgo con attenzione e impegno".

"Lo sport è una palestra di vita ed è importante favorirne l'accesso inclusivo"

"E’ un grande onore condividere questo momento di riconoscimento di meriti sportivi - ha detto il consigliere delegato all'Edilizia scolastica, impiantistica sportiva e gestione Idroscalo Roberto Maviglia che ha partecipato alle premiazioni del Coni - Un momento per premiare le nostre eccellenze sportive in diverse discipline ma anche per ricordare il senso più profondo dello sport, che è fatto di competizione e successi, ma anche di valori come la condivisione, l’inclusione, il rispetto. Lo sport è una palestra di vita, per questo dobbiamo difendere e favorire l’accesso inclusivo alla pratica sportiva, oggi aperta finalmente davvero a tutti".

Seguici sui nostri canali