Menu
Cerca
64esima edizione

Campaccio, dieci giorni al via dell’attesa corsa campestre

Sabato 20 e domenica 21 marzo la tradizionale cross country torna ad animare San Giorgio su Legnano.

Campaccio, dieci giorni al via dell’attesa corsa campestre
Sport Legnano e Altomilanese, 10 Marzo 2021 ore 18:25

Campaccio, è partito il conto alla rovescia per l’attesa corsa campestre di San Giorgio su Legnano.

Campaccio: presentata l’edizione 2021

Sabato 20 e domenica 21 marzo 2021: queste le date del Campaccio Cross Country World Athletics Permit presentato in modalità webinar online quest’oggi, mercoledì 12 marzo. Dieci giorni al via per l’attesa corsa campestre, in genere sempre in calendario al 6 gennaio, rinviata quest’anno causa Covid19 a inizio primavera. Sarà quindi un Campaccio inedito poiché suddiviso in due giornate e non più una solamente, idea nata proprio per spalmare su più ore e giorni le gare in programma per le diverse categorie. Il sabato pomeriggio dalle 14 come annunciato sarà il turno per gli adulti delle categorie SeniorMaster, mentre la domenica dalle 11.30 si succederanno le varie categorie giovanili e le attese e blasonate gare internazionali, sia al maschile che al femminile.
Conferenza stampa “a distanza” (nella foto di copertina) che ha visto l’intervento del sindaco di San Giorgio su Legnano Walter Cecchin, del vicesindaco e assessore allo Sport Claudio Ruggeri, del sindaco Daniela Rossi di San Vittore Olona, il paese del cross Cinque Mulini, in rappresentanza dei sindaci dell’Alto Milanese, il presidente dell’Us Sangiorgese Claudio Pastori, il presidente Fidal Lombardia Gianni Mauri e la professoressa Elena Osnaghi, preside della Scuola media statale Ungaretti insieme allo studente Massimo Quaglia.

“Vogliamo dimostrare che si può praticare lo sport in condizioni di sicurezza”

“E’ certamente una edizione speciale, il Campaccio non si è mai svolto in primavera e con queste limitazioni, ma abbiamo fatto di tutto per organizzarlo perché vogliamo dimostrare che si può praticare lo sport in condizioni di sicurezza – ha detto Cecchin – E’ encomiabile l’impegno di concerto di tutti: Comune, organizzatori e sponsor, teso a dare continuità ad una manifestazione mai interrotta nella storia. Anche se gli atleti correranno con uno spirito diverso è importante dimostrare loro che siamo al loro fianco, specialmente vicini ai ragazzi che abbiamo coinvolto, come di consueto, attraverso le scuole. Invito tutti a seguire la manifestazione in diretta Tv su RaiSport”.

“Un’edizione di primavera che porterà speranza: ci auguriamo segni anche il ritorno a scuola”

Il vicesindaco Claudio Ruggeri: “Sarà un Campaccio di primavera che porterà speranza agli atleti a cui chiediamo di rappresentare in gara anche quelli che non possono partecipare. Ci auguriamo che il Campaccio segni anche il ritorno a scuola”.
Il presidente dell’Us Sangiorgese Claudio Pastori: “Abbiamo organizzato questa gara anche grazie al fondamentale aiuto del Comune di San Giorgio su Legnano, ma anche grazie agli ottimi rapporti con il Comune di San Vittore Olona e l’organizzazione della Cinque Mulini. Il Campaccio non poteva mancare perché è importante coltivare lo sport per il bene dei giovani. Sono contento che il Campaccio sia in piedi, questa conferenza è un segnale concreto di reazione al periodo”.
La preside Elena Osnaghi: “Non riuscivo a credere che il Campaccio si sarebbe svolto, ne sono davvero contenta perché lo sport è importante per l’unione e la socializzazione che non abbiamo a causa del Covid. Spero che questo sia il primo passo per fare tornare anche a scuola tutti i ragazzi, ne hanno bisogno”.
Gianni Mauri, presidente Fidal Lombardia: “Il Campaccio è un atto d’amore e noi come Fidal Lombardia siamo vicini a tutti gli eventi che si sono svolti e che si svolgeranno. Il mio pensiero va ai 70 volontari senza i quali non potrebbe svolgersi la gara e a Sergio Meraviglia, un faro per tanti di noi, organizzatore per tanti decenni del Campaccio”.

Sarà una gara Covid free: ecco come

L’accesso all’impianto sportivo stadio Angelo Alberti sarà in genere un’ora prima della propria gara, mentre ci si potrà presentare alla “call room” in area partenza per ogni categoria e competizione circa dieci-quindici minuti prima del via. Come da regolamento gli accessi saranno consentiti previa misurazione della temperatura, controllo del corretto uso della mascherina, acquisizione di autocertificazione Covid free, sanificazione delle mani con apposito gel igienizzante. Ad atleti e accreditati sarà attribuito un braccialetto di diverso colore che varrà come titolo di accesso e permanenza in campo. Ogni ulteriore dettaglio è presente nel regolamento di gara sul sito ufficiale Campaccio.it.

Emozioni assicurate e grandi ospiti

“Come sempre sarà una competizione dall’elevato tasso tecnico e dalle emozioni assicurate” assicurano gli organizzatori. Marcello Magnani, direttore tecnico del Campaccio da oltre un decennio, nonostante il difficile momento legato alla pandemia è riuscito a costruire una gara di primo livello mondiale. “Ospite speciale sarà Marcell Jacobs, il nuovo campione europeo sui 60 metri a Torun con il record italiano di 6”47, sarà il nostro uomo immagine e viene a tifare il compagno di squadra delle Fiamme Oro Eyob Faniel. In generale è stato complicato trovare atleti stranieri – ha detto Magnani – In questo periodo è davvero difficile viaggiare, sono anche stati annullati i mondiali di cross e per tanti dunque la corsa campestre non era più nei loro obiettivi. Siamo però contenti, il risultato che abbiamo ottenuto è davvero molto buono, il Campaccio sarà come sempre una grande gara”.
Torna per fare il bis il vincitore del 2020 Mogos Tuemay, l’etiope è un grande specialista proprio sulla distanza dei 10mila metri. A sfidarlo l’azzurro portacolori Eyob Faniel, fresco primatista italiano di mezza maratona con 1h00’07” che ha nel mirino la maratona alle Olimpiadi di Tokyo tra pochi mesi. Al Campaccio dopo il 9° posto del 2017 e il 10° del 2018 ora punta sicuramente alla vittoria, il salto di qualità avvenuto in questi anni è sotto gli occhi di tutti. Doppia Uganda con i nomi di Jakob Kiplimo e Oscar Chelimo, che sono anche fratelli avendo in comune lo stesso padre. Il primo è nientemeno che il campione mondiale di mezza maratona e vicecampione mondiale di cross, capace di correre la mezza maratona a Valencia in 57’37” che lo inserisce quale secondo al mondo di sempre sulla distanza e di un sublime 7’26”64 nei 3000 metri fatto al Golden Gala di Roma 2020. Il secondo è giovanissimo (19 anni) ed è il vincitore lo scorso 31 dicembre nei 5km della BoClassic. Altri nomi in start list il britannico Ross Millington, l’ugandese Joel Ayeko campione mondiale di corsa in montagna nel 2017 e diversi azzurri che hanno fatto già tanto parlare di sé come Yohanes Chiappinelli, Cesare Maestri, Francesco Puppi e Yassine Bouih.
Gara femminile molto equilibrata con Winfred Yavi (Barhein), primatista mondiale dei 2000siepi indoor con 5’45”09, record stabilito solo un mese fa nel meeting di Lievin, la keniana Lilian Rengeruk bronzo nel cross mondiale del 2017 e prima proprio al Campaccio nel 2018 e l’etiope, c’è Gemechu Tsehai, sesta ai mondiali di cross lungo nel 2019. Avversarie molto temibili e di spessore che diverse azzurre dovranno contrastare. Entrambe dell’anno 2000 c’è tanta attesa per Nadia Battocletti, sesta nel 2020 al Campaccio, è un gioiello dell’atletica italiana con le sue due medaglie d’oro al Campionato Europeo di Cross Junior e l’argento sui 5000 metri in pista sempre agli Europei Junior. Sulla linea di partenza troveremo anche la coetanea Ludovica Cavalli, nome nuovo del mezzofondo femminile con 9’05”95 sui 3000m indoor e fresca dell’esperienza nei 3000 metri agli europei indoor di Torun nello scorso fine settimana. Infine ci sarà anche Martina Merlo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli