Politica

Via Dante, Progetto Comune: "Dalla maggioranza solo silenzi"

Sul caseggiato di Cerro Maggiore dichiarato inagibile dal Comune torna a farsi sentire il gruppo di Alex Airoldi

Via Dante, Progetto Comune: "Dalla maggioranza solo silenzi"
Politica Legnano e Altomilanese, 22 Febbraio 2019 ore 21:26

Via Dante di Cerro Maggiore, la lista civica "Progetto Comune" torna sulla vicenda dello stabile dichiarato inagibile.

Via Dante, "Progetto Comune" torna a chiedere informazioni

Continua a tenere banco la vicenda del caseggiato di via Dante dichiarato inagibile dal Comune e che lunedì 18 febbraio 2019 ha visto i residenti in rivolta contro il taglio del gas, intervento poi spostato a data da destinarsi. Nei giorni scorsi la giunta aveva commentato la situazione ma nessuna risposta era arrivata in Consiglio comunale alle due interrogazioni presentate sulla questione. Su via Dante orna la lista civica "Progetto Comune" che già aveva chiesto alla maggioranza di convocare un Consiglio comunale apposito per parlare della vicenda.
"Ho assistito l'altra sera, in Consiglio comunale - afferma Alex Airoldi di Progetto Comune e già presidente della Pro Loco di Cerro e Rescaldina - alla scelta del sindaco Nuccia Berra e della maggioranza di non dare informazioni e confrontarsi sulla vicenda dello stabile di via Dante, vicenda su cui, in primis, il mio gruppo civico ha preso posizione, chiedendo appunto chiarimenti.
Vicenda, sinceramente gestita in modo non perfetto: difatti, come si fa a lanciare un imminente rischio di pericolo, con conseguente chiusura della fornitura gas, salvo poi rimandare a data da destinarsi tale operazione?".

"Le parole hanno un peso"

"Le parole hanno un penso - afferma Airoldi rivolgendosi al primo cittadino - e tutti, caro sindaco, quando  vengono dette e scritte, ci affidiamo ad esse, quando non si seguono poi le frasi e gli impegni detti, chiediamo spiegazioni ed informazioni; questo non significa cercare polemiche, ma cercare di capire. Le parole hanno un peso quando si dice che si cerca e si e' disponibili al confronto e al dialogo pero' poi non si può assistere ai silenzi e alla mancanza di confronto in Consiglio comunale su una questione così delicata; le parole hanno un peso quando si dice informeremo la cittadinanza costantemente e non si e' ancora svolta una assemblea pubblica sulla questione discarica; le parole hanno un peso quando si dice che si vorrà un paese vivo e si dialogherà con le associazioni e poi, a queste, invece, non sono più concessi spazi per riunirsi e preparare eventi e gli si faranno pagare spazi comunali per eventi; le parole hanno un peso e e oggi, sono ancora a dire che spero finisca il tempo dei proclami e delle belle parole a cui spesso non.seguono fatti, ma spero che si ritrovi la volontà di confrontarsi, di dialogare, per il bene ed il miglioramento della nostra comunità, con cuore sincero, da cittadino".

Leggi anche:

Via Dante, residenti in rivolta contro il taglio del gas FOTO

Proteste in via Dante: interrotto l'intervento del taglio del gas

"Via Dante, si parli della vicenda in Consigli comunale"

Via Dante, sindaco: "Vogliamo solo sicurezza e legalità"

TORNA ALL'HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter