Menu
Cerca
A Parabiago

Statua di ghiaccio per Capodanno: svelato il costo

I costi sostenuti dall'Amministrazione per la statua di ghiaccio installata in piazza per Capodanno hanno indignato l'opposizione.

Statua di ghiaccio per Capodanno: svelato il costo
Politica Legnano e Altomilanese, 03 Febbraio 2021 ore 18:38

Statua di ghiaccio per Capodanno: l'opera è costata oltre 4.400 euro. Ad annunciarlo il gruppo civico in opposizione riParabiago, che a fine dicembre aveva presentato un'interrogazione proprio per conoscere l'entità della spesa.

Statua di ghiaccio per Capodanno: i costi e le critiche

A indignare l’opposizione è la cifra spesa per la sua creazione: 4.427,90 euro e ad andare a fondo nella questione è stato il gruppo civico riParabiago.

"Nella replica del 6 dicembre 2020 alle osservazioni formulate sull’inopportunità dell’iniziativa, l’Amministrazione non ha fatto alcun riferimento alla seguente proposta che avevamo lanciato poche ore prima: 'Qualora l’evento necessiti di un investimento finanziario di qualsiasi entità, invitiamo l’Amministrazione a sospendere l’impegno di spesa e a dirottare simbolicamente quella cifra in beneficenza, a supporto delle situazioni di difficoltà purtroppo diffuse nella nostra città e aggravate da questi mesi difficili'. Nel Consiglio Comunale del 22 dicembre 2020 e in particolare durante la discussione di due ODG relativi al Bilancio, la Giunta non ha risposto alle domande del nostro Consigliere Giuliano Rancilio rispetto ai costi dell’iniziativa 'A year to stop'. Il sindaco lo ha accusato di essere 'fuori argomento', di 'strumentalizzare la questione' e di non poter 'pensare di essere al bar e di fare domande come vuole'".

L'interrogazione sul costo

Poi la decisione del gruppo di opposizione di presentare, il 28 dicembre, "una interrogazione (chiedendo risposta scritta per evitare di impegnare tempo del prossimo Consiglio su questo tema) in cui abbiamo chiesto nuovamente i costi della statua di ghiaccio e, in aggiunta, a chi era stata commissionata la realizzazione dell’opera - hanno continuato da riParabiago - Dopo 25 giorni di attesa abbiamo ricevuto finalmente risposta da parte dell’assessore alla Cultura Barbara Benedettelli e siamo rimasti, questa volta noi… di ghiaccio! Risulta infatti che il Comune abbia speso per l’evento 'A year to stop' 4.427,90 euro, commissionandone la realizzazione ad un operatore economico con sede legale in provincia di Livorno (per il tramite del Centro Servizi di Villa Corvini). L’intera cifra è coperta da risorse comunali. Non credevamo che l’evento potesse essere gratuito, ma mai ci saremmo aspettati una cifra di tale entità per un evento con quelle caratteristiche, durato 33 minuti e che ha visto l’immediata rimozione della statua al suo termine. Alla luce di quanto emerso, riteniamo ancora più inopportuno il mancato ascolto della nostra proposta di devolvere tale cifra in beneficenza".

La nuova interrogiazione

E riParabiago non si ferma. "A seguito di alcune verifiche da noi effettuate a campione con altre società del settore, abbiamo inoltre alcuni dubbi rispetto all’economicità della fornitura - hanno chiosato - Affinché possa essere fatta completa chiarezza anche da questo punto di vista, abbiamo presentato una nuova interrogazione per conoscere le modalità tramite cui è stata individuata l’azienda fornitrice e se sono stati richiesti altri preventivi ad altre società".

La risposta dell'Amministrazione

L’Amministrazione ha voluto sottolineare alcuni passaggi della risposta data dall’assessore alla Cultura Barbara Benedettelli a riParabiago sui costi e sull’iniziativa di "A year to stop". Tra le altre cose infatti ha scritto Benedettelli:

"Degno di nota è il fatto che l’evento del 31 dicembre, grazie alla sua originalità e al suo rispondere al bisogno universale di annullare anche solo simbolicamente il congelamento nostre esistenze, non solo ha incontrato il favore di molti parabiaghesi, ma ha fatto sì che oggi qualche italiano in più conosca la città di Parabiago. Infatti, proprio grazie alla sua originalità, l’1 gennaio l’evento è stato mandato in onda nell’anteprima di Studio Aperto edizione serale e in due edizioni pomeridiane del TgCom24, i quali hanno accostato Parabiago alla città di Ferrara".