Politica

Progetto Comune: "Consiglio comunale aperto sulla piscina"

A parlare è il portavoce della lista civica Alex Airoldi.

Progetto Comune: "Consiglio comunale aperto sulla piscina"
Politica Legnano e Altomilanese, 23 Gennaio 2020 ore 17:27

La lista civica Progetto Comune: "Consiglio comunale aperto sulla piscina".

LEGGI ANCHE: Piscina di Cerro Maggiore, è scontro tra gestore e Comune. Si rischia la chiusura?

Progetto Comune: "Consiglio comunale aperto sulla piscina"

Il portavoce della lista civica "Progetto Comune" di Cerro Maggiore, Alex Airoldi, spiega le motivazione per cui invitano e opposizioni presenti in consiglio a richiedere un Consiglio comunale aperto ai cittadini sulla questione della piscina cittadina.

"Nuovi e pare non rosei scenari si stanno aprendo sulla situazione della piscina; l'incertezza ormai è sovrana e i fruitori sono quelli maggiormente in fibrillazione. La lista civica Progetto Comune avanza quindi una proposta che possa aiutare a chiarire e delineare possibili scenari e tempistiche. Chiediamo infatti si dia vita, invitando in maniera unitaria le opposizioni presenti in Consiglio a richiedere un consiglio comunale aperto ai cittadini sulla questione e ancor meglio sarebbe e lo auspichiamo, nel mese di febbraio. Un'assemblea pubblica indetta direttamente dal sindaco per spiegare la situazione ai cittadini: difatti a fronte di una situazione che pareva chiara e delineata ci si trova oggi con Nam che fa contromosse. La nostra proposta, sia chiaro, non è per cercare polemiche ma bensì per cercare di aiutare la cittadinanza a capire, recuperando con essa un dialogo, un confronto. Non è la prima volta che il nostro gruppo auspica un ritorno al dialogo coi cittadini perché al di fuori di parti e posizioni politiche, siamo convinti, ed io più di tutti noi, che si debba recuperare un rispetto politico tra noi, attori politici locali e i cittadini. E' lacerante leggere risposte a proposte politiche che vengono bollate come ricerca di visibilità, come letto in questi giorni. Una proposta avanzata può piacere o meno, ma deve essere rispettata. Va rispettato l'avversario politico che è avversario, ma non nemico. Non lanciamo accuse a nessuno ma dobbiamo tutti, la nostra lista per prima, recuperare dignità politica, volare alto, capire che su tematiche serie, sensibili, che lasceremo a chi viene dopo di noi, dobbiamo agire uniti, con confronto sereno. La diremo chiara, in una realtà amministrativa dove due anni fa ha disertato le urne circa il 50% della popolazione votante, non dobbiamo cercare o crederci uno più bravo dell'altro, ma dobbiamo capire che tutti insieme, dobbiamo muoverci per far recuperare a tutta questa gente il rispetto e la fiducia nella gestione pubblica. Credo, e lo dico in prima persona, si debba dare un esempio di capacità di dialogo e di volontà di supporto, ognuno per le proprie capacità per superare problemi che interessano l'intera comunità".