Cerro Maggiore

“Pista ciclabile pericolosa, mamme e bimbi costretti a scendere sulla strada”

Le liste di opposizione Bene Comune e Insieme per Antonio Lazzati con Progetto Comune-Udc e Grande nord chiedono alla Giunta di intervenire sul percorso tra capoluogo e frazione

“Pista ciclabile pericolosa, mamme e bimbi costretti a scendere sulla strada”
Legnano e Altomilanese, 29 Luglio 2020 ore 10:59

“Pista ciclabile pericolosa”: a Cerro Maggiore nuova protesta dei consiglieri comunali di opposizione Piera Landoni e Roberta Ce’ (Bene Comune), Antonio Lazzati e Calogero Mantellina (Insieme per Antonio Lazzati) oltre ad Alex Airoldi (Progetto Comune-Udc) e Marina Lazzati (Grande nord).

“Pista ciclabile pericolosa, occorre intervenire”

Nei giorni scorsi erano intervenuti esprimendo preoccupazione per l’organizzazione, da parte del Comune, dalla tradizionale Fiera di san Francesco a Cerro in un periodo in cui il Coronavirus circola ancora. Ora al centro della discussione vi è la pista ciclabile che collega Cerro Maggiore alla frazione di Cantalupo.
Stiamo parlando dei consiglieri comunali di opposizione Piera Landoni e Roberta Ce’ (Bene Comune), Antonio Lazzati e Calogero Mantellina (Insieme per Antonio Lazzati) oltre ad Alex Airoldi (Progetto Comune-Udc) e Marina Lazzati (Grande nord) che chiedono all’Amministrazione comunale di intervenire: “La pista infatti è oggetto di lavori, che però da giorni sono interrotti – affermano le liste –  La conseguenza è che i cittadini devono avventurarsi sulla carreggiata, e anche mamme con passeggini sono costrette a scendere pericolosamente in strada. Sarà così per tutto il mese di agosto? Ricordiamo che la pista ciclabile, da sempre, è un luogo di aggregazione importante per Cerro e Cantalupo, dove la gente passeggia, fa sport, va in bicicletta. Probabilmente per molte persone che, quest’anno, non andranno in ferie per motivi personali, economici o perché le ferie le hanno già esaurite durante il lockdown, la ciclabile sarà uno dei pochi punti di svago. Per questi motivi e per una questione di sicurezza e incolumità pubblica, chiediamo al Sindaco di attivarsi affinché si intervenga con urgenza per terminare i lavori al fine di rendere sicura la pista ciclabile. Meno proclami, meno parole e più fatti concreti”.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia