Nuova piazza Mazzini fondi a bilancio e progetto sul tavolo

Ceriani presenta il progetto preliminare per la nuova piazza centrale di Tradate. 800mila euro di investimento totale. Sarà più piazza e meno giardino.

Nuova piazza Mazzini fondi a bilancio e progetto sul tavolo
Politica Saronno, 15 Dicembre 2017 ore 15:20

Primo sguardo nella commissione presieduta dal leghista Alessandro Morbi al progetto della giunta di Dario Galli per la sistemazione di piazza Mazzini a Tradate. I lavori inizieranno a fine 2018.

Nuova piazza Mazzini un ritorno alle origini

"L'idea alla base del nostro progetto, che si allontana da quello di chi ci ha preceduto, è di restituire al centro una vera piazza, e non un giardino". Così ha sintetizzato la ratio delle carte presentate in commissione l'assessore ai Lavori Pubblici di Tradate Claudio Ceriani. Come riportato sul numero uscito oggi de La Settimana di Saronno, si può parlare di un ritorno al passato per la piazza. A prima degli anni '70 quando, questa prese la forma che oggi conosciamo con il sindaco De Rudi, che rendendola giardino la volle differenziare dall'allora neonata piazza Mercato.

Il progetto per la nuova piazza diviso in quattro lotti

Ottocento mila euro di investimento totale ma frazionato in lotti da 200mila euro l'uno per il completo restyling della piazza. E la prima tranche già nel quarto trimeste del prossimo anno per la realizzazione del primo lotto: i parcheggi e il vialetto che da via Mameli e via XXv Aprile porta all'ingresso del municipio. Dal lato parcheggio, si prevede finalmente l'abbattimento della divisione tra l'attuale area con ingresso da via De Simoni e l'unione con quella davanti agli uffici della Polizia locale, oggi usata dai dipendenti. "Qui sarà portato a livello, eliminando le pendenze attuali per facilitare l'accesso all'ingresso laterale e in Polizia dei disabili, che non avranno più bisogno della rampa", ha spiegato Ceriani. Il tutto, arredato con nuove piante e rivestito di autobloccanti. E arricchito con due o forse tre stazioni per la ricarica dei veicoli elettrici. Sempre per migliorare l'accesso, via la ghiaia nel vialetto che porta all'ingresso principale. Lascerà il posto a un passaggio piastrellato.

Valorizzare il parco giochi con la nuova piazza dei bambini

Un altro lotto del progetto per la nuova piazza Mazzini riguarda l'area oggi a prato. Una parte, quella attualmente coi giochi per i bambini, diventerà un'area a loro dedicata. "Ordinata, in un'area rettangolare circondata dalle piante esistenti, da nuove piantumazioni e dalle sedute per nonni, genitori e cittadini", ha precisato l'assessore. Anche per questo lotto, spesa prevista di 200 mila euro, forse già nel 2019.

 

Dignità al monumento dei Caduti e nuova piazza civica

Spostandosi al centro dell'attuale piazza, si arriva al secondo lotto d'intervento. "Qui vogliamo creare una vera e propria piazza civica, che oggi manca in centro città" ha continuato Ceriani. Piazza civica che si farà eliminando e aiuole e la siepe che circonda il monumento dei Caduti e coprendo l'area circostante con lastre di pietra come fatto col vialetto. "La linea di questa area seguirà quella del fronte Municipio, e il fondo piastrellato permetterà di raggiungere il palazzo dal corso Bernacchi con ogni condizione meteo", ha concluso l'assessore.

Una piazza per lo svago con giochi d'acqua

L'ultimo lotto riguarda infine l'area dove d'inverno viene installata la pista di pattinaggio su ghiaccio. "Qui pensiamo di realizzare un'altra piazzetta circondata dal verde e dagli alberi, con un motivo a scacchiera al centro dove posizionare una fontana con giochi d'acqua a raso", ha continuato Ceriani. Giochi (come quelli in piazza a Luino) che d'inverno potranno essere spenti per lasciare spazio alla pista di pattinaggio. I dimensioni della scacchiera sono state pensate appositamente per ospitarla. E anche qui, nuove sedute e nuove piantumazioni.

Lavoro in commissione

Quello presentato è un progetto preliminare, aperto ai suggerimenti di tutti i consiglieri. Parola dell'assessore: "Questa è la nostra idea e la nostra filosofia per la nuova piazza Mazzini. I punti fermi sono l'accessibilità, il mantenimento degil alberi oggi presenti e la sua disposizione che riprende quella delle sue origini. A bilancio triennale abbiamo previsto il finanziamento dei primi due lotti ma abbiamo già deciso quale realizzare per primo (il parcheggio e gli accessi), sugli altri siamo aperti a valutare le diverse priorità. E per tutto il progetto, siamo pronti a ricevere i suggerimenti di tutti i consiglieri. C'è tutto il tempo per lavorarci, nulla è precluso". Intanto, il progetto sembra piacere anche ai rappresentanti di minoranza, che dopo la presentazione dell'assessore hanno iniziato a presentare suggerimenti e pareri. "In questo progetto vedo molti dettagli e idee di quello che avevamo presentato  in campagna elettorale - ha dichiarato Alfio Plebani, Innovazione Civica - Caso o no, fa molto piacere. Il progetto ci piace, nelle prossime settimane presenteremo alcune osservazioni e idee".