Politica
Nerviano

"Il valore educativo dello sport", via al maxi progetto

Associazioni e scuole protagoniste della nuova iniziativa promossa dall'Amministrazione comunale col consigliere delegato Francesco Pompa

"Il valore educativo dello sport", via al maxi progetto
Politica Legnano e Altomilanese, 26 Febbraio 2022 ore 17:00

"Il valore educativo dello sport", maxi progetto del Comune di Nerviano.

"Il valore educativo dello sport", associazioni e sport

Si chiama "Il valore educativo dello sport" ed è il nuovo progetto avviato dall'Amministrazione comunale di Nerviano. E che prenderà ufficialmente il via il 14 marzo 2022. Appena insediato, infatti, il sindaco Daniela Colombo aveva conferito apposita delega al consigliere di maggioranza Francesco Pompa proprio per questo progetto. Con queste parole: "L’educazione e lo sport rappresentano un binomio fondamentale per la crescita dei nostri giovani, il rapporto di collaborazione tra le agenzie educative, la famiglia, la scuola e le organizzazioni sportive deve quindi mirare a coltivare il valore educativo dello sport per la crescita e la formazione dei ragazzi. L’esperienza motoria ed emotiva accresce l’autostima, la solidarietà, il rispetto degli altri e dell’ambiente che ci circonda, oltre a stimolare il confronto costruttivo; il successo basato sulla fatica fa maturare l’individuo".

Associazioni, sport e scuole protagonisti

Iniziato con una serie di incontri con le associazioni sportive, a breve si parte coinvolgendo 11 associazioni sportive e tutte le classi della scuola primaria e secondaria di primo grado oltre a quelle dell'ultimo anno della materna: in totale circa 500 ore di sport, tutto finanziato dall'Amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni, per sostenere le fasce più deboli e promuovendo per tutti il diritto allo sport e alla socializzazione che il Covid, e non solo, ha tolto. Ogni classe potrà, durante i due cicli da 5 ore ciascuno, accostarsi a due discipline sportive diverse contando su istruttori qualificati e un calendario ben preciso: tennis, pallavolo, judo, basket, kick boxing, nordic walking, ciclismo, bocce, ginnastica ritmica, calcio e atletica (le ore saranno tra quelle già dedicate all'attività motoria, tutto in palestra o all'aperto).
Un progetto che rientra nel Piano per il diritto allo studio "per far riprendere l'attività sportiva ai ragazzi e far conoscere le associazioni" ricorda il sindaco. Che prosegue: "Vogliamo avvicinare gli alunni a una corretta educazione motoria e stili di vita salutari, mirando all'autonomia, alla creatività e socializzazione, incentivare la partecipazione, rafforzare l'inclusione sociale sviluppare corretti comportamenti relazionali, promuovere uno spirito di sana competizione e il valore del rispetto di regole. Le proposte saranno variate nella realizzazione di un’attività specifica e un’attenzione particolare sarà riservata agli alunni diversamente abili e con Bes, per i quali le attività saranno mirate alla piena integrazione".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter