Politica

Il Patto del Cambiamento inaugura il punto elettorale

La coalizione guidata da Morena Ferrario inaugura il suo punto elettorale in piazza Mazzini: ecco le parole della candidata sindaco e i "big" presenti.

Il Patto del Cambiamento inaugura il punto elettorale
Politica Legnano e Altomilanese, 05 Maggio 2019 ore 10:39

Il Patto del Cabiamento ha inaugurato ieri, sabato 4 maggio 2019, il punto elettorale in piazza Mazzini.

Il Patto del Cambiamento: i "big" presenti

Candidati consiglieri, sostenitori della lista, ma anche i "big" del territorio. Presenti al punto elettorale della coalizione di centrodestra, guidata da Morena Ferrario, in piazza Mazzini infatti il viceministro in quota Lega Massimo Garavaglia, il responsabile Lega provinciale e sindaco di Legnano, Gianbattista Fratus, il consigliere regionale del Carroccio Curzio Trezzani. Ma anche l'assessore regionale alla Sicurezza in quota Fratelli d'Italia, Riccardo De Corato, la respinsabile provinciale di Fratelli d'Italia e assessore a Legnano, Maira Cacucci e l'onorevole Marco Osnato di Fratelli d'Italia.

Castano Primo, inaugurazione punto elettorale Patto del Cambiamento con Morena Ferrario

La parola a Ferrario

A fare il discorso inaugurale della sede e a sottolineare qualche punto del programma della lista - come analizzeremo sull'edizione di Settegiorni Legnano Altomilanese in edicola da venerdì 10 maggio 2019 - è la candidata sindaco, Morena Ferrario. "Il nostro obiettivo è cambiare Castano. Siamo in trattativa con Regione per via Lonate e abbiamo già ottenuto il loro interesse per ridisegnare la viabilità. Altro punto fondamentale del nostro programma sarà la sicurezza, sia in centro sia al di là del muro. Così come lo smaltimento rifiuti e la tassa sull'immondizia, che non vogliamo che aumenti. Pretendermeo infatti che ogni volta che i cittadini metteranno fuori dalle loro case il sacco, venga ritirato". Tra i punti in programma anche "meno burocrazia, perché i cittadini, negli uffici comunali, trovino degli angeli custodi che li aiutino a compilare i moduli e non dei semplici passacarte". Come sottolineato più volte, il loro cavallo di battaglia è il "no moschea". "Ridaremo Castano ai castanesi - dichiara Ferrario - Metteremo al centro le famiglie, gli anziani, i genitori e i bambini, ma quelli castanesi".

LEGGI ANCHE: Elezioni Castano, presentata la lista a sostegno di Ferrario

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter