Menu
Cerca
Il caso sbarca a Parabiago

Il fumetto "Foiba rossa" presentato anche a Parabigo: lo sdegno dell'Anpi

L'Amministrazione decide di presentare il fumetto "Foiba rossa" per la Giornata del Ricordo, ma la sezione Anpi di Parabiago non ci sta: "Scelta divisiva".

Il fumetto "Foiba rossa" presentato anche a Parabigo: lo sdegno dell'Anpi
Politica Legnano e Altomilanese, 10 Febbraio 2021 ore 15:46

Il fumetto "Foiba rossa", edito da Ferrogallico, presentato anche a Parabiago: l'Anpi cittadina non ci sta e protesta.

"Foiba rossa": la presentazione del fumetto a Parabiago

L’appuntamento delle 20 organizzato dall'Amministrazione di Parabiago presenterà sulla pagina Facebook di Parabiago Città “ 'Foiba rossa. Norma Cossetto, storia di un'italiana', un fumetto che racconta la vita e le sevizie e le barbarie subite dalla giovane studentessa italiana - si legge nella nota dell'Amministrazione - Un video-contributo dell’autore Emanuele Merlino, vicepresidente del Comitato 10 febbraio per la salvaguardia della cultura italiana nell'Adriatico Orientale, aiuterà a conoscere gli avvenimenti di quel sanguinoso momento storico. Celebrare il Giorno del Ricordo, infatti, significa parlare della sofferenza e della persecuzione subita da molti italiani durante l’autunno del 1943, una vera e propria ondata di violenza e di brutalità disumana che ha attraversato l’Istria dopo l’armistizio dell’8 settembre".

La protesta dell'Anpi

E come è successo in questi giorni a Vanzaghello, anche la sezione Anpi di Parabiago sottolinea il suo sdegno per la scelta dell'Amministrazione.

"Apprendiamo che il comune di Parabiago intende commemorare questa sera il Giorno del Ricordo con il fumetto 'Foiba rossa'. Anpi di Parabiago, nel condannare questa scelta del Comune di Parabiago, divisiva e di contrapposizione, ha invece ritenuto di onorare, dalla sua pagina Facebook, la Giornata del Ricordo con le parole del Presidente Mattarella e con una ricostruzione storica dei massacri delle Foibe. Ricondurre i massacri delle Foibe e il complesso tema del confine orientale ad un singolo e orribile episodio di sangue, pur se altamente simbolico come quello tragico della giovane donna Norma Cossetto, è, a nostro avviso, sbagliato ed è sbagliato farlo con una proiezione che, ancora una volta, punta a diffondere contrapposizione, odio e sentimenti di rivalsa. Il Giorno del Ricordo come la Giornata della Memoria dovrebbero servire a non dimenticare quelli che furono gli orrori di una guerra, di comportamenti disumani e di feroci crimini contro l’Umanità, non dimenticare perché potrebbero ripetersi. Riteniamo che le parole di Mattarella di oggi dovrebbero far riflettere chi, come il Comune di Parabiago, diffonde simili filmati (il fumetto sarà infatti presentato con un filmato, ndr): 'L'orrore delle Foibe colpisce le nostre coscienze. Il dolore, che provocò e accompagnò l'esodo delle comunità italiane giuliano-dalmate e istriane, tardò ad essere fatto proprio dalla coscienza della Repubblica. Le sofferenze patite non possono essere negate, il futuro è affidato alla capacità di evitare che il dolore si trasformi in risentimento e questo in odio, tale da impedire alle nuove generazioni di ricostruire una convivenza fatta di rispetto reciproco e di collaborazione' ".

In mattinata la corona di fiori in ricordo delle vittime

Intanto, in mattinata, l'Amministrazione ha deposto una corona d’alloro presso il piazzale Martiri delle Foibe per celebrare il Giorno del Ricordo.

4 foto Sfoglia la gallery