Magenta

Gelli: "Il Pd studi un po' di giurisprudenza"

Il vicesindaco magentino risponde alle critiche dem.

Gelli: "Il Pd studi un po' di giurisprudenza"
Politica Magenta e Abbiategrasso, 02 Marzo 2020 ore 14:32

Il Pd attacca sulle telecamere e l'assessore Gelli risponde per le rime: "Il Pd studi un po' di giurisprudenza". "Secondo loro il sistema non funziona perché stiamo intervenendo sul server a nostra disposizione e non sappiamo se siano servite le telecamere quando per 124 volte, nel 2019 le diverse forze di polizia ci hanno chiesto di acquisire le immagini del nostro sistema - afferma il numero due di Palazzo Formenti - Ora, che si aumenti la capacità del server quando si installano 30 nuove telecamere in due anni mi pare una pratica del tutto normale dal momento che un server sottodimensionato non riuscirebbe, né a darci una nitidezza di immagini consono, né ci consentirebbe di poter installare nuove telecamere".

Gelli: "Il Pd studi un po' di giurisprudenza"

Gelli bacchetta gli avversari: "Poi occorrerebbe studiare un po' di giurisprudenza per sapere che qualora i Carabinieri o la Guarda di Finanza, ad esempio, ci chiedano di estrapolare diverse immagini del sistema, ciò non li obbliga a rendere conto delle indagini o della conclusioni delle stesse e nemmeno sono obbligate a fare altrettanto le procure o altri enti".

I numeri

In due anni installate 30 nuove telecamere che funzionano, per 124 volte sono state aiutate le forze dell'ordine nel 2019,  e "oggi la  spesa per la sicurezza a Magenta non si finanzia più con le alienazioni di patrimonio mai realizzate, come avveniva nel passato ma con soldi reali. Tanto si doveva a chi, anche in questi giorni di grande difficoltà , preferisce la polemica sterile ad altro", chiosa Gelli.