Ex ospedale di Garbagnate, Gallera: “Serve una strada. Casa di riposo? No, perchè...”

Ex ospedale di Garbagnate, l'assessore regionale Giulio Gallera sul futuro dell'edificio abbandonato: “Serve una strada adeguata, poi gli enti si impegnino a trovare una vocazione per la struttura”

Ex ospedale di Garbagnate, Gallera: “Serve una strada. Casa di riposo? No, perchè...”
Politica Rhodense, 18 Maggio 2018 ore 11:21

Ex ospedale di Garbagnate, l'assessore regionale Giulio Gallera sul futuro dell'edificio abbandonato: “Serve una strada adeguata, poi gli enti si impegnino a trovare una vocazione per la struttura”.

Ex ospedale di Garbagnate, ordinanza di Barletta contro il Comune di Milano

Ex ospedale di Garbagnate, preoccupa sempre di più il futuro della struttura ormai abbandonata da due anni. Nei giorni scorsi si è svolto il sit in dei Comitati, sostenuti dai Cinque Stelle, per sollecitare in particolare un intervento da parte di Regione Lombardia. Ma la vicenda è complessa così come la definizione delle competenze: l'edificio, come noto, sorge su terreni di proprietà del Comune di Milano. E proprio contro il capoluogo lombardo è indirizzata l'ordinanza emessa dal sindaco di Garbagnate Davide Barletta, con cui si chiede la messa in sicurezza della struttura, oggi ormai in mano a spacciatori, prostitute, senzatetto.

Ex Salvini, Gallera: “Serve presto una strada. Casa di riposo? No”

In una intervista esclusiva a Settegiorni, pubblicata sull'edizione in edicola dal 18 maggio, prende posizione l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. L'ente, spiega, è impegnato a riprendere in mano con decisione il discorso relativo alla realizzazione di una strada in grado di servire adeguatamente sia il vecchio edificio sia il nuovo ospedale. Poi, la “palla” dovrà passare necessariamente al Comune di Milano: “L'impegno che mi prendo è di dare vita a un momento di riflessione nel breve termine per capire quale è la vocazione giusta dell'edificio. Se non si comincia a ragionare subito e con tutti gli enti l'area rischia di rimanere così per molti anni”. Comunque poco percorribile, secondo l'assessore, l'ipotesi di una casa di riposo, per questioni di costi e per la presenza della vicina Rsa Pertini.