Politica
Abbiategrasso

Il Comune in ritardo di mezz'ora con la documentazione : persi 32mila euro

I fondi sarebbero serviti per la creazione di un parco di calisthenic. L'Amministrazione: "Si farà lo stesso con fondi comunali"

Il Comune in ritardo di mezz'ora con la documentazione : persi 32mila euro
Politica Magenta e Abbiategrasso, 27 Novembre 2021 ore 16:41

Comune in ritardo: persi 32mila euro. L’adesione tramite invio di documenti arriva in ritardo e Abbiategrasso perde la possibilità di partecipazione al bando Sport Outdoor 2021, che avrebbe consentito di ottenere un contributo a fondo perduto di 32 mila euro, con i quali si sarebbe creato un parco di calisthenic.

Il Comune in ritardo di mezz'ora con la documentazione: persi 32mila euro

A scoperchiare la vicenda è stato il consigliere di minoranza Giovanni Maiorana, del gruppo misto, (subentrato in Consiglio dopo le dimissioni di Domenico Finiguerra, diventato sindaco di Cassinetta di Lugagnano, non prendendo però posto tra le fila consiliari del gruppo Cambiamo Abbiategrasso ma scegliendo il gruppo misto). La vicenda è partita diversi anni fa, da una proposta della consulta Giovani, dove si era chiesta al Comune la possibilità di creare un parco di calisthenic (uno spazio all’aperto con attrezzature abbastanza semplici per l’attività fisica). La proposta dei giovani, in un primo momento, non aveva convinto la Giunta, ma questo settembre il Comune ha valutato la possibilità di finanziarlo tramite il bando regionale di cui sopra.

Pronto il progetto ma gli atti partono mezz'ora oltre la scadenza

Il tempo era poco ma gli uffici comunale sono riusciti di tutta fretta a fare il progetto, poi effettivamente corrispondente a poco più di 40mila euro euro (il bando copriva l’80% del costo del progetto); ottenuta anche l’adesione di un’associazione sportiva per la gestione dell’area, il cui coinvolgimento avrebbe garantito un maggiore punteggio. Gli uffici hanno però deliberato solo alla vigilia della scadenza del 30 settembre, inviando gli atti necessari la mattina dopo ma purtroppo non facendo in tempo per l’orario limite delle 12. L’atto è stato presentato attorno alle 12,30, quindi niente finanziamento. L’assessore allo Sport, Beatrice Poggi, ha assicurato che il parco si farà comunque ma con fondi comunali già stanziati per i parchi. Il gruppo misto ha infine chiesto una valutazione più attenta sulla destinazione dei fondi, a questo punto comunali, chiedendo se non ci siano impieghi più urgenti.

Le parole del consigliere d'opposizione Giovanni Maiorana

"Dopo 22 giorni dalla richiesta (il Regolamento del Consiglio Comunale prevedrebbe un termine massimo di 10gg.), il sindaco Cesare Nai mi ha comunicato che 'non è stato possibile inoltrare la richiesta per una serie di imprevisti in fase di predisposizione degli atti e di inserimento sul portale regionale. Mi farebbe piacere sapere quali siano stati questi imprevisti?".

La risposta del sindaco Cesare Nai

"Mi assumo la responsabilità dello sbaglio. Partecipando a tanti bandi a volte si fanno errori; difendo il lavoro dei miei uffici. Comunque non è certo che avremmo portato a casa qualche soldo, era una possibilità".