Cisliano al voto, riammessa la lista “gemella” guidata da Reversi

Cisliano al voto, nuovo colpo di scena: il Tar accoglie il ricorso della lista “gemella” guidata da Reversi: ora sarà “derby in famiglia” con Durè

Cisliano al voto, riammessa la lista “gemella” guidata da Reversi
Politica Magenta e Abbiategrasso, 22 Maggio 2018 ore 08:06

Cisliano al voto, nuovo colpo di scena: il Tar accoglie il ricorso della lista “gemella” guidata da Reversi: ora sarà “derby” con Durè.

Cisliano al voto, riammessa la lista “gemella” guidata da Reversi

Elezioni a Cisliano, nuovo colpo di scena: la lista “Cisliano per voi” guidata da Andrea Reversi è stata riammessa. La sezione terza del Tar della Lombardia ha infatti accolto, con sentenza depositata nel pomeriggio di lunedì 21 maggio, il ricorso che avevano presentato i componenti della stessa lista, dopo che questa era stata ricusata dagli uffici elettorali mandamentali di Abbiategrasso per “errori insanabili” all'atto della sua presentazione.

Superato lo spettro del commissariamento

“Cisliano per voi” correrà dunque alle elezioni del 10 giugno, per quello che ora diviene a tutti gli effetti un derby tutto interno alla attuale maggioranza. La lista è stata infatti creata da esponenti di “Impegno per Cisliano”, per evitare che a correre fosse solo la formazione che ricandida l'attuale primo cittadino Luca Durè. Unica in campo sino a sabato 12 maggio: una circostanza che avrebbe richiesto a Durè, in base alle normative vigenti, di portare al voto il 50% dei cislianesi perchè le elezioni fossero considerate valide. In caso contrario sarebbe stato commissariamento. Sfida quasi impossibile ma alla quale “Impegno per Cisliano”, dopo l'iniziale ricusazione della lista gemella, si stava ormai preparando impostando la propria campagna elettorale sui rischi di una possibile paralisi amministrativa dovuta all'arrivo di un commissario prefettizio. Scenari ora completamente ribaltati dal pronunciamento del Tar, che prelude ad una sfida “amichevole” tra esponenti di fatto della medesima formazione  politica e ad una vittoria senza avversari in campo.

2 foto Sfoglia la gallery

Reversi: “Qui per costruire, non per distruggere”

Queste le prime parole di Reversi e della sua lista: “Fino a questo momento, ad eccezione del comunicato ufficiale di una settimana fa, avevamo preferito non esprimerci su quanto successo. Eravamo fiduciosi che le nostre ragioni sarebbero state riconosciute dal Tar è così è stato. Quelli che sono stati definiti “errori insanabili”, “gravi omissioni”, “irregolarità” sono stati riconosciuti, come da noi affermato fin dall’inizio, meri errori materiali. Ora si prosegue con lo stesso spirito che ci ha spinto fin qui, quello che ci ha portato ad anteporre il bene del nostro paese ai tornaconti individuali, per costruire e non per distruggere”.