Busto Garolfo e Casorezzo

Cava Solter, i 5 Stelle contro la decisione di Città Metropolitana

Il Movimento 5 Stelle prende parola contro la decisione di Città Metropolitana di costituirsi in giudizio contro Comuni e parco per la cava Solter.

Cava Solter, i 5 Stelle contro la decisione di Città Metropolitana
Politica Legnano e Altomilanese, 02 Marzo 2020 ore 09:25

Cava Solter: dopo la decisione di Città Metropolitana di costituirsi in giudizio contro i Comuni, i 5 Stelle alzano la voce.

Cava Solter: la decisione dell'ex Provincia

Confermata la decisione di Città Metropolitana di costituirsi in giudizio contro i ricorsi al Tar, promosso dai Comuni di Casorezzo e Busto Garolfo e dal Parco del Roccolo nel tentativo di fermare l’approvazione del progetto di Gestione Produttiva per l’ATEg11 ( le ex cave di Busto Garolfo e Casorezzo).

La reazione del Movimento 5 Stelle

"Un dietrofront in grande stile da parte di Giuseppe Sala, sindaco di Milano e di Città Metropolitana, che in un primo tempo aveva dichiarato che Città Metropolitana non si sarebbe opposta ai ricorsi presentati dai Comuni" hanno scritto i pentastellati in una nota.

Dal consigliere regionale De Rosa

“Il comportamento del Sindaco non ci sorprende - ha commentato Massimo De Rosa, consigliere regionale - Non è la prima volta che il sindaco Sala conferma il suo ambientalismo a parole, salvo poi comportarsi al contrario. Sala è maestro digreenwashing, la sua è una difesa del territorio e dell’ambiente solamente di facciata, puntualmente smentita dai fatti. Così, mentre lui si fa bello nel tentativo di ricostruirsi una coscienza ambientale, i cittadini subiscono poi in concreto i danni delle sue politiche” ha concluso il portavoce del Movimento 5 Stelle.

La parola al consigliere metropolitano

Sulla stessa lunghezza d’onda anche le dichiarazioni del consigliere metropolitano del Movimento 5 Stelle Marco Carrettoni, il quale lo scorso dicembre aveva presentato e discusso una mozione proprio sull’argomento Cava. “La nostra mozione discussa non è stata votata, ma ritirata su richiesta dei vari gruppi consiliari in attesa di una riformulazione condivisa da tutte le forze - ha commentato Carrettoni - Adesso vogliamo che finalmente anche gli altri partiti comincino a fare sul serio e votino con noi, sempre che anche quella del centro destra non sia una difesa del territorio solamente di facciata”.

LEGGI ANCHE: Cava Solter, Città Metropolitana si oppone a Comuni e cittadini