Menu
Cerca
Il cambio della guardia

Castano ha un nuovo assessore: ecco chi è

Sarà Ilaria Crespi il nuovo assessore a Istruzione, Cultura, Turismo e Smart City di Castano: l'ufficializzazione in Consiglio comunale.

Castano ha un nuovo assessore: ecco chi è
Politica Legnano e Altomilanese, 31 Marzo 2021 ore 07:12

Castano ha un nuovo assessore: è Ilaria Crespi, a cui sono andate le deleghe alla Cultura, all’Istruzione, al Turismo e a Smart City.

Castano: la nomina del nuovo assessore in Consiglio

Dopo le dimissioni dell’ex consigliere e assessore alla Cultura, Istruzione, Commercio, Turismo e Smart City, Luca Fusetti, protocollate a fine novembre, il sindaco Giuseppe Pignatiello ha comunicato la decisione all’intero Consiglio comunale nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 30 marzo 2021. Sarà quindi Ilaria Crespi, professoressa dell’Istituto Torno di Castano Primo, a prendere le deleghe alla Cultura e Istruzione, Turismo e Smart City. Il Commercio invece rimane in capo al primo cittadino.

Crespi però, prima della nomina, ricopriva il ruolo di capogruppo di maggioranza; compito che è passato alla consigliera Gabriella Baggini.

Le parole del neo assessore

Durante la seduta consiliare ha dichiarato Crespi:

“Ringrazio il sindaco per la proposta avanzata, la Giunta e i consiglieri che so che saranno al mio fianco, e l’Ufficio cultura. Accettare l’assessorato con queste deleghe in questo momento, potrebbe sembrare sinistro, ma per me è una vera opportunità, anche perché tutti sentiamo la mancanza di questi momenti di cultura e condivisione. La sfida più grande sarà quella dell’auditorium Paccagnini: l’idea è che diventi un luogo che offra cultura a 360 gradi. Il bando per individuare il nuovo gestore è ormai pronto per essere pubblicato. A Castano sono presenti molte associazioni e spero di avere l’occasione di incontrarle tutte. Ma Castano ha anche talenti da scoprire e vorrei dare loro voce. Per quanto riguarda l’Istruzione spero di usare al meglio il mio ruolo di docente mettendo al centro tutti gli studenti senza esclusioni. Per quanto riguarda la Cultura sarà un onore essere anche vicepresidente del Patto del Castanese, ruolo che si collega anche alle deleghe al Turismo e a Smart City. Vorrei contribuire a scrivere una pagina di Castano che abbia come protagonista la bellezza”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli