Bilancio Tradate, il Pd presenterà 8 emendamenti

Gli emendamenti riguardano il finanziamento di opere per Abbiate, Tradate, commercio e un cambio di paradigma nella sicurezza cittadina.

Bilancio Tradate, il Pd presenterà 8 emendamenti
Politica Saronno, 17 Dicembre 2019 ore 15:12
Venerdì sera in consiglio a Tradate il primo Bilancio di Previsione dell'Amministrazione Bascialla. Il gruppo consiliare del Pd pronto ad opporsi e a presentare 8 emendamenti.

Bilancio Tradate, Pd pronto al No

Passerà la sera di venerdì 20 al vaglio del consiglio comunale di Tradate il Bilancio di Previsione 2020-2021, il primo dell'Amministrazione di Giuseppe Bascialla e della nuova assise comunale. Documento che nelle commissioni di queste settimane è già (e sarà) presentato ai consiglieri. E che il Pd, in una nota in cui presenta i suoi 8 emendamenti al testo, fa già sapere di voler bocciare: "Poiché ci siamo proposti 6 mesi fa alla cittadinanza tradatese con un programma alternativo a quello della Lega, il nostro giudizio non può che essere negativo", spiegano.

Gli emendamenti

Dal gruppo d'opposizione, otto emendamenti: 4 sugli investimenti e 4 sulle spese correnti. "Per quanto riguarda la parte investimenti - spiegano -  riteniamo fondamentale il rilancio e la riqualificazione di Abbiate Guazzone. Infatti, al di là dei proclami lanciati dalla maggioranza sulla stampa, non sono stanziate risorse specifiche per la Piazza Unità d’Italia nel cronoprogramma delle opere. Ci sono solo dei generici, seppur importanti, stanziamenti per la riqualificazione di strade e piazze. Riteniamo invece corretto avere un’apposita voce di bilancio per la Piazza di Abbiate, così come previsto per la Piazza Mazzini in centro Tradate: non esistono centri di serie A e di serie B. Sempre su Abbiate, crediamo che anche su via Vittorio Veneto sia necessaria un’urgente opera di riqualificazione".

Due interventi per Tradate

Non solo Abbiate, due proposte riguardano anche Tradate: "Da un lato, tramite la riapertura del sottopasso ciclopedonale recentemente chiuso in via Treves, si potrebbe migliorare la mobilità sostenibile cittadina. Dall’altro - continuano -  con la riqualificazione del piano interrato dello stabile comunale, si potrebbero liberare ampi spazi al piano terreno da destinare a servizi alla cittadinanza e per le associazioni tradatesi". Ecco, per quanto riguarda il sottopasso di via Treves, va comunque segnalato che l'opera è prevista già per l'anno prossimo (la gara d'appalto è stata pubblicata alcune settimane fa), a carico di Trenord e della Regione, come annunciato ormai diversi mesi fa dal vicepresidente del consiglio Francesca Brianza.

LEGGI ANCHE: Sottopassi ferroviari Tradate: interventi nel 2019

Sicurezza: meno assunzioni, più educazione

Tra le modifiche richieste per la parte di spesa corrente, il Pd tocca il tema della sicurezza. "Riteniamo non necessario ed urgente l’assunzione di un ulteriore agente di Polizia Locale, così come previsto dal bilancio di previsione - proseguono i consiglieri -  Per noi l’idea di sicurezza non si misura solo con il numero di forze dell’ordine presente sul territorio. Educazione civica, pianificazione urbanistica ed inclusione sociale sono altrettanto importanti per aumentare la sicurezza dei nostri cittadini. Per questo motivo riteniamo più utile destinare queste risorse ad altre attività come interventi nell’ambito dei servizi sociali, la realizzazione di un Piano Urbano di Mobilità Sostenibile,  interventi di educazione civica su ambiente e cambiamento climatico".

Commercio

Ultimo aspetto, il commercio, di cui si parlerà mercoledì 18 in commissione con la presentazione del regolamento per gli sgravi fiscali destinati alle nuove aperture in locali sfitti. "I nostri negozianti - concludono - oltre a fornire beni e servizi, rendono vivo il nostro tessuto urbano e rappresentano un presidio naturale di sicurezza. Per questo motivo proponiamo di incrementare il fondo relativo agli sgravi fiscali per le attività commerciali".

LEGGI ANCHE: Commercio Tradate, sgravi fiscali in arrivo per chi apre un negozio