legnano

Assunzione di un dirigente bloccata per vizio di forma: la politica di Legnano si scatena

Il sindaco di Legnano revocherà l’individuazione del responsabile Opere pubbliche

Assunzione di un dirigente bloccata per vizio di forma: la politica di Legnano si scatena
Politica Legnano e Altomilanese, 30 Dicembre 2020 ore 15:27

Bufera di fine anno su Palazzo Malinverni per la selezione di un dirigente bloccata per vizio di forma. Si tratta dell’architetto Luigi Fregoni: lunedì era stato individuato come responsabile del settore Opere pubbliche del Comune di Legnano e appena 24 ore dopo il sindaco Lorenzo Radice si è visto costretto a fare retromarcia, dopo che il segretario comunale ha ravvisato l’ipotesi di un vizio di forma nella procedura che ha portato alla sua scelta (la presenza di una persona estranea alla Giunta durante la selezione dei candidati). Questo ha scatenato i commenti del mondo della politica…

Le parole di Fratelli d’Italia Legnano

“Il gruppo Consigliare Fratelli d’Italia ed il Circolo Carlo Borsani Legnano alla luce di quanto emerso ieri sera in Consiglio Comunale prende atto della imbarazzante figura fatta dall’amministrazione a seguito dell’incapacità di gestire la nomina del Dirigente di uno sei Settori più importanti di Palazzo Malinverni.
Già dal primo atto di un certo rilievo nascono dubbi sulle competenze che la Giunta possa avere per amministrare la Città di Legnano.
Il “coraggio” tanto sbandierato in campagna elettorale non si è minimamente visto nell’affrontare la discussione tant’è che nessuno dei consiglieri di maggioranza ha espresso parere su quanto accaduto, neanche un piccolo dovuto richiamo al Sindaco di prestare più attenzione nell’esecuzione di certi atti.
Si è visto solo il “coraggio” di attaccare sul personale un consigliere di minoranza che denota la mancanza di argomenti a supporto dell’operato del Sindaco.
Possiamo solo “immaginare” cosa sarebbe successo se questo scivolone fosse stato fatto dai partiti di destra, a dire il vero l’abbiamo già visto con la precedente amministrazione.
Ci saremmo “immaginati” di vedere il “coraggio” del comitato legalità nel denunciare quanto accaduto ma anche qui il “coraggio” è stato solo frutto della nostra “immaginazione”.
Possiamo solo “immaginare” in un Consiglio Comunale a Palazzo cosa sarebbe successo, dove non si poteva togliere la parola mettendo a tacere i consiglieri di minoranza spegnendo i microfoni.
Disattivare la chat su YouTube dopo i primi commenti negativi denota la mancanza di “coraggio” di prendere in considerazione il parere dei Legnanesi e lasciandoci solo “immaginare” cosa avrebbero voluto scrivere.
Il Signor Sindaco ha dichiarato che ha annullato il tutto riaprendo un nuovo bando per la selezione del Dirigente; e chi pagherà i costi del nuovo bando?
Probabile che ci sia un risparmio fatto dalla diminuzione del personale negli anni precedenti che ci consenta di avere soldi da spendere in modo facile tanto da assumere due figure per la comunicazione con un esborso di 80mila euro, per fare? Per dire che sta nevicando, di consigliare di mettere le scarpe adatte, di uscire solo in caso di necessità?
I Legnanesi non hanno bisogno di questi consigli…
Probabile che si stia pensando alla prossima filastrocca per gli auguri di Pasqua!?!”

Il commento di Forza Italia Legnano

“Lunedì 28 dicembre è stata ufficializzata l’assunzione con contratto a tempo determinato del nuovo Dirigente Responsabile del Settore Opere Pubbliche nella figura dell’architetto Luigi Fregoni.
Il giorno successivo il Sindaco stesso ha confermato la revoca dell’atto, evidenziando che fosse stato il segretario comunale ad aver rilevato un possibile vizio di forma procedurale dovuto alla presenza di una esperta delle risorse umane priva di titolarità per poter presenziare nella fase selettiva del concorso.
Il Sindaco ha rimediato al vizio sollevato nell’immediatezza, ma non ha chiarito alcuni aspetti preoccupanti e che denotano una evidente e grave non conoscenza della macchina amministrativa: Perché il segretario comunale non ha mai posto problemi se non solo dopo l’avvenuta nomina? Ancora più grave, chi sarebbe la consulente di cui il Sindaco si è avvalso che ha causato l’annullamento della procedura? Chi c’è di non eletto dietro le scelte del Sindaco eletto dai Legnanesi?”

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità