Politica
Legnano

Approvato l’affidamento all’azienda So.Le della gestione dei servizi alla persona

"Un risultato molto importante, che risponde ai bisogni della nostra città in ambito socio-sanitario e socio-educativo"

Approvato l’affidamento all’azienda So.Le della gestione dei servizi alla persona
Politica Legnano e Altomilanese, 30 Dicembre 2021 ore 11:41

Durante il Consiglio comunale di Legnano di martedì sera, 28 dicembre, è stato approvato l’affidamento all’azienda speciale So.Le della gestione dei servizi alla persona in ambito socio-assistenziale e socio- educativo per gli anni 2022-2027. Questo il comunicato della maggioranza di Partito Democratico, Insieme per Legnano -Legnano Popolare, riLegnano:

Approvato l’affidamento all’azienda speciale So.Le della gestione dei servizi alla persona

Nel corso dell’anno abbiamo svolto numerosi incontri tecnici e politici per valutare dati, criticità e possibili sviluppi dell’azienda SoLe. Questo lavoro ha reso evidenti le ragioni che avevamo già proposto in sede di programmazione (DUP) riguardo agli affidamenti dei servizi all’azienda:

1. In ambito sociale non si può agire come singoli comuni, anche se di media dimensione: non ce lo consente la Legge e le delibere regionali. La stessa legge di riforma sanitaria regionale ribadisce la necessità di integrazione tra sanitario e sociale e tra ambiti distrettuali.

2. La complessità dei bisogni sociali richiede risposte integrate, specialistiche, sostenibili: le aziende consortili sono il modello più collaudato: solo in Lombardia sono più di 35 con 511 comuni associati ed esiste un ente di coordinamento regionale delle stesse.

3. Il Codice del Terzo settore ha aperto percorsi come la coprogettazione e la coprogrammazione, che non possono essere ignorati e che costituiscono ormai metodo imprescindibile sia per i Comuni che per le Aziende consortili.

Come da programma elettorale

L’approvazione di questa delibera è un risultato molto importante, coerente con il programma che fin da principio ha costruito questa maggioranza, che risponde in maniera essenziale, costruttiva e progettuale ai bisogni della nostra città in ambito socio-sanitario e socio-educativo: conferma infatti i servizi già in carico e ne aggiunge altri (in gran parte già conferiti dagli altri Comuni a So.Le).

E’ chiaro che il voto di ieri sia un punto di partenza. Il lavoro di perfezionamento e sviluppo delle attività, la configurazione e lo sviluppo dell’Azienda verso forme di cooperazione con il Terzo settore, l’implementazione di servizi strategici e innovativi, la coesione coi Comuni per la maggior integrazione con Asst, la  realizzazione della casa di comunità presso il vecchio ospedale che dovrà ospitare anche i servizi sociali: queste saranno le prossime sfide, da affrontare in ottica cooperativa e coordinata. Azienda So.Le sarà un interlocutore adeguato e strumentale alle esigenze e ai bisogni dei cittadini.

In chiusura, una risposa all'opposizione consiliare

Ci è doverosa, a latere, una risposta alle minoranze di centrodestra. Non possiamo che rammaricarci e ritenere fantasiosa la ricostruzione delle dinamiche delle sedute, dove veniamo descritti come arroganti. Ci pare al contrario ostruzionista la richiesta avanzata in più di una commissione di rimandare le discussioni a sedute successive, adducendo motivazioni pretestuose ma dimostrando chiaramente di non aver nemmeno letto la documentazione a suo tempo fornita. Siamo fermamente contrari alla politica della strumentalizzazione e manipolazione della realtà e crediamo che, più di molte parole, la seduta di ieri sera (disertata dalle minoranze) lo dimostri con i fatti.