Menu
Cerca
Cerimonia al Santuario di Madonna di Campagna 76 anni dopo

Strage della Vignetta: Bollate ha ricordato i 188 caduti “per errore”

Cerimonia al Santuario di Madonna di Campagna per ricordare le 188 vittime del bombardamento alleato del 1945

Strage della Vignetta: Bollate ha ricordato i 188 caduti “per errore”
Cultura Bollatese, 31 Gennaio 2021 ore 11:25

Cerimonia al Santuario di Madonna di Campagna per ricordare le 188 vittime del bombardamento alleato del 1945

Strage della Vignetta: Bollate ha ricordato i 188 caduti

Bollate ha celebrato il ricordo della strage della Vignetta, che nel gennaio del 1945 costò la vita per errore a ben 188 persone. A bombardare furono infatti dei caccia alleati, che pensavano di attaccare un convoglio militare tedesco. La cerimonia si è svolta presso il Santuario di Madonna di Campagna questa mattina, nel rispetto delle normative di distanziamento anti Covid. Ha celebrato il prevosto, don Maurizio Pessina, alla presenza dell’assessore Marco Marchesini.


Settantasei anni fa una strage “per errore”

Dopo 76 anni continuano le commemorazioni per la «Strage della vignetta». La mattina del 30 gennaio 1945 nel cielo bollatese tutti notarono la presenza di quattro cacciabombardieri alleati. Subito si capì l’intenzione del macchinista di un treno della linea Milano-Saronno di arrestare il convoglio per permettere ai passeggeri di mettersi in salvo, raggiungendo quindi le case che si trovavano a poche decine di metri dai binari. Ma la massa di gente che tentava di fuggire finì per essere il bersaglio di quei cacciabombardieri, che infatti sganciarono otto bombe. Un massacro: la neve si tinse di rosso per il sangue delle vittime e il colpo non risparmiò nemmeno le case. Un massacro partito per errore. Questo perchè i caccia alleati avrebbero dovuto attaccare un convoglio militare tedesco che sarebbe dovuto passare per Bollate proprio a quell’ora. Convoglio che invece venne fatto partire in un altro orario.

Le salme allineate davanti al Santuario

Tutto il resto, infine, si trasformò nella storia di salme allineate nel Santuario di Madonna in Campagna per il riconoscimento dei corpi. E’ qui che domenica, 76 anni dopo queste scene atroci, si è tenuto il tradizionale momento commemorativo per il bombordamento che costò la vita a 188 persone senza risparmiare bambini e bollatesi. Una messa molto sentita tra gli abitanti di Madonna in Campagna ma anche dall’intera comunità.