Ora è Monsignore

Il nuovo vescovo don Giuseppe Vegezzi accolto nella sua Nerviano FOTO

Il nuovo vescovo don Giuseppe Vegezzi accolto nella sua Nerviano FOTO
Legnano e Altomilanese, 05 Luglio 2020 ore 12:31

Il nuovo vescovo don Giuseppe Vegezzi accolto da autorità e cittadini di Nerviano, paese nel quale è cresciuto e al quale è ancora legatissimo. L’incontro in municipio e poi la santa Messa.

Il nuovo vescovo don Giuseppe Vegezzi applaudito in paese

Don Giuseppe Vegezzi è ora ufficialmente un nuovo vescovo. Come noto infatti il sacerdote è originario di Nerviano (paese nel quale è cresciuto e al quale è legatissimo) e a maggio è stato nominato vescovo ausiliario della Diocesi insieme a don Luca Raimondi. Un incarico che gli è stato conferito ufficialmente domenica scorsa nel Duomo di Milano.
E la mattina di oggi, domenica 5 luglio 2020, Monsignor Vegezzi (ex vicario parrocchiale a Cerro Maggiore e poi parroco a Rho) è tornato nella sua Nerviano. Ad attenderlo, nel chiostro dell’ex monastero degli Olivetani, c’era il sindaco Massimo Cozzi con la sua Giunta, la Polizia Locale, il comandante dei Carabinieri della stazione di Nerviano Andrea Doria, rappresentanti della banda e familiari.
“Nerviano è orgogliosa che lei sia arrivato così in alto, mantenendo l’umiltà e la semplicità che l’ha sempre contraddistinto” ha ricordato il primo cittadino che ha poi consegnato al nuovo Monsignore un libro che tratta la storia della chiesa parrocchiale di santo Stefano e un ricordo di don Ugo Mocchetti, una targa rappresentante il chiostro così come una mascherina “made in Nerviano”. Dono anche da parte della banda.
Con Nerviano ho un rapporto speciale, continuate a essere i nervianesi che ho sempre conosciuto, lavorando per il bene del paese e delle persone che ci vivono” ha affermato Monsignor Vegezzi. Poi subito nella chiesa parrocchiale di santo Stefano per la santa Messa.

Le foto:

7 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia