Ambiente e territorio

Vasca volano a Parabiago, Legambiente: “Apprezziamo la riduzione dei posteggi”

Il progetto della nuova vasca volano è stato modificato e ora prevede una riduzione del numero dei parcheggi: ecco le parole di Legambiente.

Vasca volano a Parabiago, Legambiente: “Apprezziamo la riduzione dei posteggi”
Legnano e Altomilanese, 12 Ottobre 2020 ore 16:50

Vasca volano: dopo le proteste del circolo di Legambiente, il progetto è stato in parte modificato e ora prevede un numero minore di posti auto nel nuovo parcheggio.

Vasca volano: l’idea di Legambiente

“I disagi provocati dai frequenti allagamenti del sottopasso della stazione ferroviaria, collegati alla inadeguatezza della rete fognaria della zona oltre-ferrovia, hanno reso necessaria la progettazionedi un intervento di grande rilevanza, come la realizzazione di una vasca volano nei pressi del cimitero – hanno spiegato dal circolo Il Gallo di Parabiago – Il progetto, approvato all’unanimità dal Consiglio comunale, prevedeva di realizzarla in via Verri, con la creazione, sopra la copertura della stessa, di un parcheggio per 168 posti auto. Legambiente si è opposta a questo progetto, proponendo di realizzare la vasca volano in altra zona, più vicina al sottopasso e utilizzando terreni giàadibiti a parcheggio. In alternativa proponeva di realizzare sopra la vasca volano una zona verde a servizio del quartiere, dove inserire anche una zona giochi per bambini”.

Ora il progetto è stato in parte rivisto

Della modifica del progetto è lo stesso circolo di Legambiente a darne notizia. “Le nostre osservazioni riportate in due incontri con il sindaco e i responsabili di Cap Holding hanno ottenuto una revisione del progetto, riducendo i posti auto a 66 e prevedendo un incremento significativo delle aree alberate sopra la vasca e nella zona adiacente – hanno specificato – Non possiamo dirci completamente soddisfatti della soluzione, anche se apprezziamole modifiche apportate. Facciamo però notare che alla base della progettazione richiesta dall’Amministrazione di Parabiago e realizzata da Cap Holding (che si farà carico della realizzazione dell’opera), sta la previsione di un ulteriore aumento di richieste di posti auto in prossimità della stazione, legata alla prevista realizzazionedel quarto binario”.

“Evitare l’utilizzo di auto”

Il circolo poi chiude dando alcune soluzioni alla situazione. “Legambiente si augura che l’uso del mezzo pubblico su rotaia si incrementi nel tempo, ma contemporaneamente ritiene che l’aumento dell’afflusso di persone non vada affrontato con nuovi parcheggi, che già oggi superano i 700 posti (da realizzare a spese del contribuente di Parabiago per garantire il parcheggio ad utenti provenienti in gran parte dai comuni limitrofi) – hanno spiegato – Il problema, a nostro avviso, va affrontato: favorendo l’uso della bicicletta con servizi che incentivano l’utilizzo; riservando parte dei posti auto per chi utilizza il car sharingo auto elettriche; coordinando con i comuni limitrofi un servizio di navette nelle ore di maggior afflusso alla stazione. Sottoponiamo queste proposte al nuovo assessore, augurandoci che predisponga un progetto che le tenga in considerazione. Legambiente è disponibile a collaborare per realizzarlo”.

LEGGI ANCHE: Vasca volano, “No al parcheggio sull’area verde”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia