Menu
Cerca

"Una su tre" al Lirico per parlare di violenza in rosa

Due appuntamenti col Centro anti-violenza.

"Una su tre" al Lirico per parlare di violenza in rosa
Magenta e Abbiategrasso, 26 Novembre 2018 ore 12:03

Due appuntamenti col Centro anti-violenza in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’Amministrazione comunale ha patrocinato due appuntamenti con Telefono Donna di Magenta, che coordina il servizio. Domani al Lirico "Una su tre".

La serata

Il primo incontro speciale  si è svolto venerdì scorso in Casa Giacobbe con una testimonianza diretta molto importante. L’Assessore al Welfare Patrizia Morani ha avviato i lavori della serata.  Il secondo incontro coinvolgerà le scuole superiori cittadine e si avrà luogo martedì 27 novembre alle 10, al Teatro Lirico. A moderare l'incontro una giornalista di Settegiorni.

"Una su tre" al Lirico

Per l'occasione sarà proiettato il docu-film "Una su tre", di Claudio Bozzatello, che aprirà la riflessione  sul tema della violenza, prima di ascoltare l'intervento delle operatrici del Centro anti-violenza cittadino. Sul giornale in edicola venerdì 30, un approfondimento da non perdere con testimonianze e dati.

Il commento del sindaco

Il sindaco Chiara Calati, domenica 25 novembre, ha commentato così la Giornata contro la violenza sulle donne: "Non amo i simboli che durano un giorno o che restano tali. Perciò non propongo panchine, scarpe o sciarpe rosse. La violenza si manifesta purtroppo tutti i giorni come punizione di una presunta colpa femminile. Una donna ha colpa se è bella, se è intelligente, se è affermata, se vive fuori dagli schemi, se non gestisce la famiglia in base agli stereotipi, se sceglie con la propria testa, se ogni tanto si permette la libertà di dire no. Questi sono pensieri ancora troppo diffusi, nell'ambiente familiare e in quello lavorativo, insieme al concetto di possesso malato, ancora troppe volte confuso con l'amore. La lotta contro la violenza sulle donne deve quindi essere quotidiana, fatta di coraggio di denunciare, di consapevolezza di non essere sole, di coscienza del proprio valore e di sorriso. Quel sorriso alla vita che nessuno mai ci potrà togliere. Un abbraccio grande e forte a tutte le donne, sempre". 

Può interessarti anche:

Panchina rossa “firmata” da Alda Merini