Menu
Cerca

"Una rete nell'Est Ticino per sostenere il modello Riace"

"Una rete nell'Est Ticino per sostenere il modello Riace"
Magenta e Abbiategrasso, 02 Luglio 2019 ore 09:23

Una rete nell'Est Ticino per sostenere il modello Riace. Lo propone il Comitato pace: "Lanciamo un appello alla formazione di una rete locale di supporto per il territorio dell’Est Ticino, che, in collaborazione con la coop Chico Mendes di Milano già operativa da tempo sul territorio di Riace e dintorni e in stretto rapporto con la neonata Fondazione 'È stato il vento'  si riattivino percorsi di accoglienza e integrazione per rifugiati e migranti e al sostengo di progetti di imprenditoria locale per sostenere il rilancio delle produzioni artigianali e agricole che saranno poi inserite nei canali distributivi dell’economia solidale italiana".

"Una rete nell'Est Ticino per sostenere il modello Riace"

"Quello che sta avvenendo a Riace ha nuovamente portato all’attenzione di tutti il tema dei modelli di accoglienza di rifugiati e di immigrati. Noi crediamo che l’esperienza di Riace, al di là delle formalità per le quali le indagini e i processi in corso potranno eventualmente dimostrare errori nella gestione da parte di alcuni, sia la dimostrazione del fatto che in molti contesti la solidarietà verso lo straniero, oltre a essere una cosa giusta di per sé, possa aiutare le comunità a ritrovare una propria nuova identità plurale e a
sperimentare nuove forme di economia e di sviluppo", spiega il portavoce Sergio Colombo.

Le motivazioni

"Riace, a nostro parere, è infatti la concreta testimonianza che è possibile trasformare un fatto (immigrazione) in una risorsa  popolamento di un paese abbandonato), nonostante molti nel dibattito attuale, radicalizzato sulla paura dello straniero, stiano tendando di cancellare questa esperienza. Per questo  Sosteniamo Riace, comunità simbolo della possibilità di costruire un’economia capace di futuro, a partire dall’accoglienza dello straniero!", è la chiosa.

Leggi anche:

Accoglienza, chiude anche la cascina Calderara