Politica
Morimondo

Un bando di 500mila euro per l'Abbazia

Sindaco Marelli: "Coprirebbe le opere di manutenzione un po’ più urgenti, come falle sul tetto e interventi sull’intonaco rovinato delle infiltrazioni".

Un bando di 500mila euro per l'Abbazia
Politica Magenta e Abbiategrasso, 04 Dicembre 2021 ore 16:45

Un bando di 500mila euro per l'Abbazia di Morimondo. All'indomani del passaggio di proprietà storico, dal Demanio al Comune, Gli uffici municipali di Morimondo stanno predisponendo un progetto che se, ritenuto meritevole, darebbe accesso ad un finanziamento che servirebbe per coprire il 100% di manutenzione e rifacimento del tetto e di intonaci della struttura.

Un bando di 500mila euro per l'Abbazia di Morimondo

Dopo secoli di attesa, il Comune di Morimondo è tornato ad essere l’unico proprietario della sua stupenda Abbazia. Un passaggio storico che il sindaco Marco Marelli ha dedicato a tutti i cittadini ed amministratori del passato, del presente e del futuro, perché "è e dovrà essere un risultato di tutti, da conservare e valorizzare". Un grande risultato permesso da una legge che consente ad un Comune di chiedere un bene artistico al Demanio. Marelli e i suoi non si sono però seduti a festeggiare, da tempo sono al lavoro per ottenere il primo finanziamento. Riguarderà quelle opere di manutenzione un po’ più urgenti, spiega Marelli, come falle sul tetto o interventi sull’intonaco rovinato a causa delle infiltrazioni.

Le parole del sindaco Marelli

"Stiamo predisponendo un progetto per questo finanziamento regionale che prevede la valorizzazione del patrimonio culturale e se dovessimo vincere il bando otterremmo un contributo con il finanziamento al 100%, Corrisponderebbe a 500mila euro da investire per il restauro di parti un po’ più ammalorate dell’Abbazia. Vorremo riportare l’abbazia in una condizione migliore dì quella in cui è adesso. Siamo tutti veramente felici. Questo complesso è stato per secoli separato da vicende più grandi dì noi, però pian pianino con la nostra tenacia la nostra comunità ha fatto i suoi passettini e si è riusciti a fare questa un’impresa, chiamiamola così".

L'acquisizione potrebbe essere replicata in altri comuni

La speranza è che quanto successo per a Morimondo possa aprire uno spiraglio, una via anche per altri territori, per altri sindaci. Marelli:

"Sappiamo che altri territori si muovono in questo senso, il percorso è lungo ma vale la pena. Alcune persone, anche amministratori locali, mi dicono ma perché l’abbiamo fatto? Perché vi accollate solo spese, responsabilità, eccetera... Quando si amministra non bisogna guardare soltanto a tutti gli aspetti difficili che si va ad affrontare ma mantenere l’obiettivo su ciò che di bello si può fare e si può soprattutto lasciare a quelli dopo di noi".

Il Natale dell'Abbazia di Morimondo

"Il prossimo sarà il primo periodo natalizio dopo lo storico passaggio di proprietà dell’abbazia ed avremo tanti eventi, esposizioni e concerti sin dalle prossime settimane, pandemia permettendo. Abbiamo queste domeniche, da qui al 19 dicembre, dei mercatini, sicuramente concerto all’interno, poi il 18 inaugureremo il museo del Presepe, realizzato da un’associazione che faceva ogni anno il presepe a Milano a Santa Maria delle Grazie, quindi esposizioni molto belle. Non vediamo l’ora di accogliere i turisti e far proseguire la crescita di Morimondo, sempre nel rispetto dei beni e del territorio, l'Abbazia sarà sempre di più il nostro fiore all'occhiello".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter