Ucciso e scaricato nel bosco, arrestati tre marocchini

Tre giovani arrestati per l'omicidio del 24enne trovato cadavere al limitare della zona industriale di Locate. Il colpo di pistola esploso forse al termine di una discussione per droga.

Ucciso e scaricato nel bosco, arrestati tre marocchini
Cronaca Saronno, 03 Aprile 2018 ore 15:08

Sono durate due settimane le indagini sull'omicidio del 24enne ucciso e scaricato nel bosco tra Locate Varesino e Tradate.

Ucciso e scaricato nel bosco, tre giovani in manette

Tre giovani, marocchini e con un'età compresa tra i 22 e i 23 anni. Sono loro i presunti colpevoli dell'omicidio di Noureddine El Azyz, il 24 enne ucciso e scaricato due settimane fa nell'area boschiva tra Locate Varesino e Tradate. I tre sono stati arrestati ieri: due si trovavano in Provincia di Varese mentre il terzo è stato arrestato dalla Polizia di Stato, sempre su indicazione del Nucleo Investigativo di Como, a Milano.

Droga e sangue

Che intorno all'omicidio del 24enne marocchino ci fosse la droga, è stato chiaro fin da subito. Primo per la zona in cui è stato trovato il cadavere, nei boschi al limitare della zona industriale locatese, famigerati per i traffici illeciti. Secondo  per il ritrovamento sul corpo di circa 80 grammi di stupefacenti tra cocaina e marijuana e 900 euro in contanti. Le ipotesi, che solo le testimonianze dei tre potranno confermare, sembrano puntare verso un colpo di pistola esploso durante una lite tra El Azyz e i tre da una pistola di piccolo calibro. Il colpo (recuperato dal cadavere e al vaglio della scientifica) aveva colpito il 24enne nella parte destra del torace, recidendo un'arteria e causandone la morte. Successivamente, il suo corpo sarebbe stato trasportato fino al bosco, dove venne ritrovato solo la mattina successiva da un passante.