busto garolfo

“Summerlife”, la proposta estiva per i ragazzi dai 6 ai 14 anni

La pianificazione del piano delle attività e dell’offerta educativa è stata proposta dall’Oratorio e dalla Fondazione

“Summerlife”, la proposta estiva per i ragazzi dai 6 ai 14 anni
Legnano e Altomilanese, 23 Giugno 2020 ore 11:05

(Foto d’archivio)

L’estate 2020 sarà senza dubbio un’estate particolare, dove le attività di vacanza, come quelle dei centri per bambini e ragazzi, dovranno tenere conto delle misure di sicurezza anti Coronavirsu.

“Summerlife”

“Summerlife”, la proposta estiva per i ragazzi dai 6 ai 14 anni, nata dalla collaborazione tra Oratorio Sacro Cuore e Amministrazione comunale, è già una realtà: dal 22 giugno, per 5 settimane, coinvolgerà circa 300 ragazzi, in un’avventura intensa e variegata che, pur dovendo fare i conti con le rigorose misure di sicurezza contro il virus, proporrà numerose attività, dislocate sia negli spazi dell’oratorio, sia in quelli comunali. Dal 29 giugno, invece, comincerà ‘E-state insieme’, il campo estivo che Fondazione Figini-Naymiller e Amministrazione comunale hanno predisposto per i bambini dai 3 ai 6 anni e che durerà fino alla fine di luglio, animando gli spazi della Fondazione e alcune aree di competenza comunale.

L’assessore alle Politiche Sociali, Stefano Carnevali

“Subito dopo la fase più acuta dell’emergenza causata dalla pandemia, ci è parso evidente come la nostra attenzione dovesse focalizzarsi anche su bambini e ragazzi: alla luce delle restrizioni imposte dal lockdown, dopo la chiusura di asili e scuole, bisognava pensare di creare proposte estive valide e sicure, in cui i piccoli bustesi avrebbero potuto tornare ad incontrarsi e a giocare all’aria aperta, adottando tutte le precauzioni necessarie contro il virus. La mia idea è stata, da subito, quella di provare a coinvolgere le realtà del territorio che abitualmente organizzano esperienze estive di comprovato valore”.

Solo una vera collaborazione tra loro e l’Amministrazione comunale, infatti, avrebbe consentito di valorizzare le rispettive risorse, creando proposte accattivanti e capaci di accogliere un numero congruo di bambini e ragazzi, limitando al contempo i costi per i genitori.

“Devo dire che la disponibilità di don Emanuele Tempesta e del Parroco, don Ambrogio Colombo, è stata immediata e totale: è anche grazie a loro se ci siamo potuti mettere tempestivamente al lavoro per creare i centri estivi 2020. Per questo li ringrazio. Questa collaborazione, oltre ad aver dato risultati concreti, lancia anche un messaggio a livello valoriale: in un momento delicato – come quello della pandemia -, le istituzioni più importanti del paese fanno fronte comune, per il bene dei cittadini”.

La sponsorizzazione

Il contributo comunale a “Summerlife” e ad “E-state insieme” non è certo stato solo quello di un supporto economico. La pianificazione del piano delle attività e dell’offerta educativa è stata proposta dall’Oratorio e dalla Fondazione, ma il Comune ha cooperato, fornendo idee, risorse umane e spazi che potessero facilitare l’organizzazione e lo svolgimento di tutte le attività. In un’estate del tutto particolare che, per via del CoVid-19, ha visto un rilevante incremento dei protocolli di sicurezza e sanificazione, importante è anche stato il contributo che l’Ufficio Politiche sociali ha fornito sul fronte burocratico e tecnico, aiutando Oratorio e Fondazione con la grande mole di lavoro formale necessario per la preparazione dei Centri estivi 2020.

TORNA ALLA HOME

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia