Rubava negli armadietti arrestato in piscina a Mozzate

Sabato i carabinieri della stazione cittadina hanno arrestato un 48enne di Lomazzo, autore di diversi furti allo Sporting Club 63

Rubava negli armadietti arrestato in piscina a Mozzate
Cronaca 19 Novembre 2017 ore 12:11

Rubava negli armadietti della piscina e i militari della stazione dei Carabinieri di Mozzate lo hanno arrestato ieri mattina. Si tratta di A. I. M., 48enne di Lomazzo.

Rubava negli armadietti della piscina: la dinamica

Da ottobre l'uomo, finora incensurato, aveva intrapreso questo tipo di furti, riuscendo a racimolare un discreto bottino. Il 48enne, arrestato all'interno degli spogliatoi dell’ex piscina comunale ora “Sporting Club 63” di Mozzate, ha proposto, prima dell’episodio odierno, per ben sette volte (due volte andate a segno), il medesimo modus operandi. Perfettamente “mimetizzato” con tanto di accappatoio e asciugamano all'interno della struttura, nelle serrature degli armadietti installava dei distanziatori in gomma di colore bianco, occultati, che avrebbero consentito una chiusura solo apparente del meccanismo che di fatto non andava in chiusura perfetta. Poi, fingendosi sempre un normale frequentatore della piscina, con il cacciavite nascosto sotto l’asciugamano, e facendo attenzione che nessuno lo vedesse, con un semplicissimo “tocco” apriva l’armadietto “predisposto” in precedenza e ne portava via l’intero contenuto.

L'arresto di sabato

Avuta notizia dei furti, i militari dell’Arma di Mozzate hanno iniziato a indagare mediante prolungati servizi di appostamento e di pedinamento. Fino a che, ieri mattina, sono riusciti a cogliere il ladro seriale in flagranza di reato: con 450 euro di bottino, il cacciavite ed i gommini bianchi recuperati in tasca, l’uomo è stato immediatamente bloccato dai militari ed arrestato. A.I.M. è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Mozzate, in attesa di giudizio direttissimo che si svolgerà nella giornata di lunedì.