Cesate

Risposta sessista alla richiesta di lavoro, la replica del Carrefour

Dopo la bufera esplosa ieri nel punto vendita, interviene la società

Risposta sessista alla richiesta di lavoro, la replica del Carrefour
Cronaca Bollatese, 06 Dicembre 2020 ore 08:34

Risposta sessista alla richiesta di lavoro, Carrefour replica all’episodio che ha scatenato le polemiche a Cesate.

Risposta sessista alla richiesta di lavoro, la replica della società

La bufera è scoppiata ieri mattina, sabato 5 dicembre 2020. A sollevare il caso è stata la giornalista e noto personaggio televisivo Selvaggia Lucarelli che dalla sua pagina Facebook ha reso noti i contorni della vicenda: ossia quella che vede al centro il Carrefour Express di Cesate. E’ qui che una ragazza in cerca di lavoro, rispondendo a un’inserzione sulla pagina facebook del punto vendita, ha ricevuto una risposta sessista.
E ora sulla questione ritorna Carrefour: “Abbiamo aperto una investigazione interna nel negozio franchising per ricostruire puntualmente quanto accaduto e qualora accertate le responsabilità, siamo determinati a prendere, nel più breve tempo possibile, decisioni appropriate ed esemplari. Un episodio come questo, anche se isolato, è infatti incompatibile con i valori di Carrefour e in nessun modo accettabile. Da diversi anni l’azienda è fortemente attiva con programmi e iniziative per la lotta ad ogni forma di discriminazione e per la promozione della diversity e dell’inclusione sociale. Con il Programma Carrefour per Lei, ad esempio, portiamo avanti da anni una campagna di raccolta fondi a sostegno delle donne vittime di violenza insieme a We World Onlus e promuoviamo la diffusione del numero 1522 antiviolenza, per permettere alle donne di costruirsi un nuovo futuro. Continueremo a prestare la massima attenzione affinché i nostri partner in franchising e tutto il nostro network rispettino i nostri valori ed episodi come questo non accadano di nuovo. Quanto appena accaduto sarà per noi uno stimolo per essere ancora più vigilanti ed è per questo che abbiamo immediatamente attivato un’azione di ulteriore sensibilizzazione ai nostri franchisee e abbiamo già pianificato nuovi programmi di training per promuovere comportamenti rispettosi e inclusivi in tutti i nostri ambienti di lavoro”.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità