Cronaca
RESCALDINA

Processo omicidio Carol Maltesi, via alla perizia psichiatrica su Davide Fontana

Conferito l'incarico alla psichiatra e psicoterapeuta Mara Pertini che dovrà accertare se il 43enne era capace di intendere di volere al momento del fatto e l'eventuale pericolosità sociale

Processo omicidio Carol Maltesi, via alla perizia psichiatrica su Davide Fontana
Cronaca Legnano e Altomilanese, 16 Gennaio 2023 ore 20:36

Processo per l'omicidio di Carol Maltesi di Rescaldina: affidato l'incarico per la perizia psichiatrica su Davide Fontana.

Omicidio Maltesi, in aula affidato l'incarico per la perizia psichiatrica su Fontana

Davide Fontana, il 43enne bancario che ha confessato il brutale omicidio di Carol Maltesi durante un gioco erotico (la 26enne che abitava in una casa di corte in via Melzi di Rescaldina, il cui corpo era stato ritrovato in un dirupo di Borno, in provincia di Brescia), il 3 febbraio 2023 sarà sottoposto al primo colloquio della perizia psichiatrica disposta su di lui. La perizia, come noto, era stata richiesta dal suo avvocato difensore Stefano Paloschi (contrari il pubblico ministero e le parti civili) mentre la corte del Tribunale di Busto Arsizio, dove si sta celebrando il processo a carico del 43enne, ne aveva dato l'ok. E nell'udienza di questo pomeriggio, lunedì 16 gennaio 2023, in aula è arrivata Mara Pertini, medico psichiatra di Milano: sarà lei, in 90 giorni, a incontrare e colloquiare con Fontana per stilare poi la perizia psichiatrica con la quale dovrà accertare se il 43enne, "fosse capace di intendere e volere al momento del fatto", se sia affetto da "malattia mentale" così come la sua "capacità di stare in giudizio" (ossia di affrontare il processo". E, nel caso fosse accertata l'incapacità di intendere e volere, il medico dovrà comunicarne "la pericolosità sociale" e le "possibili necessità di cura", "individuando il percorso più idoneo" per l'imputato.
Pertini tornerà in aula il 9 maggio 2023,
alle 9.30, coi risultati del suo lavoro e sarà sottoposta al confronto tra accusa e difesa.

I commenti degli avvocati

"Non mi sbilancio su quello che mi attendo da questa perizia, dico solo che era un accertamento doveroso" il commento di Paloschi, che come detto difende Fontana; "Siamo sempre stati contrari al proporre la perizia psichiatrica per Fontana - le parole invece di Manuela Scalia, difensore di Carol, che nell'udienza di oggi ha rappresentato tutte le parti civili - Siamo contrari perchè quanto accaduto, a nostro avviso, è ed è sempre stato molto chiaro: l'imputato ha agito con estrema lucidità". Le parti civili hanno nominato come loro consulenti il medico Alessia Cipollini di Verona e Daniel Beniamin di Parma, mentre Paloschi si affiderà a Nicola Cologni di Varese.

Le prossime udienze

Come detto, il 9 maggio l'udienza vedrà lo psichiatra Pertini illustrare i risultati del suo lavoro su Fontana a cui seguirà l'intervento dell'accusa e della difesa; altre udienze saranno il 12 e 29 maggio e il 12 giugno 2023 sempre nel Tribunale di Busto Arsizio.

Seguici sui nostri canali