Menu
Cerca

Preso lo spacciatore dei boschi tra Busto Arsizio, Lonate Pozzolo, Castano Primo e Nosate

Aveva addosso 15 grammi di eroina.

Preso lo spacciatore dei boschi tra Busto Arsizio, Lonate Pozzolo, Castano Primo e Nosate
Cronaca Saronno, 25 Ottobre 2018 ore 16:02

Preso Simone, la Polizia di Stato di Busto Arsizio ha arrestato lo spacciatore marocchino di 33 anni e sequestrato un notevole quantitativo di eroina.

Preso Simone e sequestrato un ingente quantitativo di droga

Ieri, mercoledì 24 ottobre, uno spacciatore marocchino di 33 anni è stato arrestato dagli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, che hanno anche sequestrato un ingente quantitativo di droga. Termina così la caccia, iniziata un anno fa, a “Simone”, spacciatore marocchino attivo nei boschi tra Busto Arsizio, Lonate Pozzolo, Castano Primo e Nosate.

La fuga dello scorso anno

Il 3 ottobre del 2017 i poliziotti di via Ugo Foscolo, nel corso di una delle tante operazioni antidroga, hanno fatto irruzione in una zona boschiva, nota nell'ambiente come “la curva” o “le pannocchie”. Riuscirono così a sorprendere due pushers nordafricani dediti alla vendita di eroina, cocaina e hascisc. Il primo, 37enne marocchino domiciliato nel milanese, era conosciuto dai suoi clienti come "Gaetano", il secondo come "Simone".  Durante l'irruzione del 3 ottobre "Gaetano", cercando di sfuggire alla cattura, cadde a terra fulminato da un arresto cardiaco. Addosso gli furono trovati 50 grammi di cocaina e 70 di hascisc. "Simone", invece, riuscì a darsi alla fuga in modo rocambolesco, aggrappandosi ad un camion in movimento.

La cattura

Dopo essere sfuggito alla cattura però, gli investigatori del Commissariato, proseguendo gli accertamenti, sono riusciti ad identificare "Simone". Si tratta di un marocchino di 33 anni con precedenti, irregolare in Italia e quindi domiciliato in un luogo sconosciuto. Dopo vari servizi di osservazione, nel pomeriggio di ieri, mercoledì 24 ottobre 2018, una decina di poliziotti di via Foscolo hanno effettuato un’irruzione nel bosco sorprendendovi diversi acquirenti e soprattutto "Simone". L’uomo, dopo aver tentato nuovamente di sottrarsi alla cattura, opponendo una forte resistenza, è stato finalmente bloccato.

Il sequestro di droga

Lo spacciatore è stato trovato in possesso, oltre che di 3 cellulari, dove continuano ad arrivare le richieste dei tossicodipendenti, di 15 grammi di eroina. Gli uomini del Commissariato, che nel frattempo sono riusciti ad individuare il domicilio di "Simone" in un appartamento di una casa popolare di Milano, affittato a una donna italiana, vi hanno effettuato una perquisizione. Qui sono stati trovati 4 panetti di eroina per un peso di oltre 1,7 chilogrammi e i documenti del criminale. Il 33enne marocchino è stato arrestato e portato in carcere a Busto Arsizio.

LEGGI ANCHE: Retata nel Parco Pineta preso con due chili di droga