Menu
Cerca
Castano Primo

Posti di controllo stradali: altre tre denunciati

Continuano i posti di controllo stradali a Castano Primo. La Polizia Locale ferma altre tre persone che giravano senza comprovati motivi.

Cronaca Legnano e Altomilanese, 13 Marzo 2020 ore 17:52

Posti di controllo stradali: la Polizia Locale di Castano Primo denuncia altre tre persone.

Posti di controllo stradali: l'attività della Polizia Locale

Prosegue l’attività della Polizia locale di Castano Primo per far rispettare le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per l’emergenza Covid-19. Specifici posti di controllo randomici sono stati effettuati già da giorni dagli agenti del Comando di Piazza Mazzini su tutto il territorio comunale di Castano Primo e proseguiranno fino al cessate emergenza.

Altri tre denunciati

Sono altri tre i soggetti denunciati dagli uomini del Comandante Massimo Masetti perché in transito senza comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessita o motivi di salute. Nel dettaglio una pattuglia rinforzata composta dal Vice Comandante e da due Sovrintendenti del corpo fermava tre uomini i quali seppur con autocertificazione non giustificavano in maniera esaustiva la loro presenza in loco e non rientravano tra le casistiche previste. Al termine degli accertamenti venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di cui all’art. 650 del Codice Penale previsto dal DPCM COVID-19.

E uno aveva già il foglio di via

A carico poi di un italiano, fermato dagli operanti veniva anche ipotizzato il reato per violazione di una misura di prevenzione in atto, che inibiva già allo stesso di fare ritorno a Castano Primo senza autorizzazione in quanto destinatario di Foglio di Via obbligatorio in corso di validità.

Cosa è consentito e con che modalità

Si rammenta date le continue richieste che pervengono a questi uffici, che i divieti e le raccomandazioni valgono anche per gli spostamenti all’interno dello stesso comune di Castano Primo. E’ consentito fare la spesa per sostentamento quanto più vicino a casa, come altresì è consentita la gestione degli animali domestici comprese esigenze fisiologiche o veterinarie. L’attività sportiva o motoria è consentita all’aperto rispettando le distanze di 1 metro. Sono vietati gli assembramenti di persone anche nelle aree verdi e nei parchi giochi. “Oltre a quanto sopra esposto vige la regola del buon senso e del senso civico di tutti, al fine di tutelare la nostra e l’altrui incolumità”.

LEGGI ANCHE: A Castano Primo senza giustificato motivo: due denunciati