Menu
Cerca
Cornaredo

Nuove palazzine a Cornaredo

Approvato il piano attuativo Asse Verde per il terreno fra via Milano e via Missori

Nuove palazzine a Cornaredo
Cronaca Rhodense, 10 Aprile 2021 ore 11:42

Approvato dalla giunta comunale con delibera dello scorso 22 marzo il piano attuativo «Asse Verde» di via Milano a Cornaredo.

Piano attuativo

Il piano porterà alla realizzazione, da parte dell’operatore Teq srl di Milano, di nuove abitazioni all’altezza della rotatoria che collega via Milano e via Garibaldi. Il lotto è compreso tra le vie Missori, a nord, Giuseppe Garibaldi e Favaglie San Rocco, rispettivamente a est e a ovest, e il tracciato della SP11 che ne costituisce il confine sud.

Quattro palazzine e un parco

Il progetto è volto alla realizzazione di quattro edifici a tre piani oltre un piano seminterrato in parte porticato (in corrispondenza degli ingressi) collegati tra loro con percorsi pedonali nel verde comune.
La convenzione stipulata da amministrazione e operatore prevede che una di queste palazzine venga ceduta al Comune, da mettere poi a disposizione della comunità in edilizia convenzionata.
Soltanto una parte dell’area di 1805 metri quadri inserita nel piano attuativo diverrà di proprietà dell’operatore: ovvero i 432 metri quadri ricadenti all’interno delle aree dove è prevista l’edificazione delle nuove case.
La restante porzione sarà parte delle aree a standard che l’operatore realizzerà pur rimanendo pubbliche.
Qui la convenzione prevede la realizzazione di un parco pubblico e di tre nuove aree destinate al parcheggio delle automobili.
Relativamente al parcheggio, viene precisato che in fase di progettazione definitiva verranno determinati accessi e uscite «al fine di garantire un ottimale assetto e funzionalità viabilistica dello stesso e dell’ambito».

“Asse verde”

Il nome Asse Verde si rifa al fatto che «l’area è posta in continuità con l’AT.2 “Le residenze del fontanile Torchiana” a nord; entrambe le aree di trasformazione hanno come obiettivo la costruzione di un parco pubblico inserito entro il più ampio sistema di spazi aperti disposti lungo l’asse del fontanile “Torchiana” e “Giardino” e gli spazi pubblici previsti nel comparto PA.2 di via Repubblica. L’intervento dovrà garantire la continuità ecologica e fruitiva per mezzo del sistema di cessioni pubbliche ad “aree verdi attrezzate” e percorsi ciclopedonali, che collegherà il sistema dei giardini pubblici dei fontanili della “Torchiana” e “Giardino” con la spina dei servizi della frazione di San Pietro all’Olmo» come specificato nella relazione tecnica illustrativa del piano attuativo.